Circa il 50 per cento delle persone colpite da Parkinson soffrono di depressione

BARCELLONA / EFE / EDITORIALE SALUTE Lunedi 2017/04/10

Quasi la metà dei pazienti con diagnosi di Parkinson soffrono in qualche momento della loro depressione malattia, apatia o ansia, e solo una piccola parte riceve un trattamento adeguato; Questa malattia neurologica celebra la sua Giornata Mondiale, il 11 aprile

Altre notizie

  • Parkinson, alla ricerca di empatia della società
  • La diagnosi precoce: la grande sfida di Parkinson

Il trattamento di questi sintomi in pazienti con morbo di Parkinson, una malattia che colpisce circa 160.000 persone in Spagna, uno ogni cinque sotto i 50 anni è molto importante, ha detto il neurologo Hospital de Sant Pau Jaume Kulisevsky, che ha sottolineato l'impatto di questa malattia sulla qualità della vita sia delle persone colpite e delle loro famiglie.

Kulisevsky fatto queste considerazioni durante il suo discorso ad un evento organizzato dalla Associazione Catalana per domani per commemorare Parkinson, 11 aprile, ricorre il 200 ° anniversario (1817-2017) della descrizione della malattia da parte del medico inglese James Parkinson .

Secondo questo medico, il più noto dei sintomi di Parkinson, quali tremori mani o testa, sono una parte delle fluttuazioni motorie della malattia, che provoca anche rigidità articolare e disturbi neuropsichiatrici, che sono molto importanti per la quando si stabilisce un trattamento medico e della droga.

"L'apatia può essere correlato a disturbi cognitivi con alcuni pazienti, la depressione può far loro vedere che tutto è nero e non hanno voglia di fare nulla e l'ansia sarebbe trovato a metà strada agli altri due sintomi, e si manifesta con preoccupazione , irritabilità e insonnia", come ha spiegato il caso.

Da parte sua, il Dr. Eduardo Tolosa, la Clinica dell'Ospedale di Barcellona, ​​ha affrontato nel suo discorso che l'origine genetica di Parkinson è solo tra il 5% e il 10% delle persone colpite.

"Il resto è una scatola nera", ha dichiarato Tolosa, per spiegare la causa che segna l'inizio di questa cronica e debilitante per la malattia più colpito è sconosciuta, anche se si ritiene di essere una combinazione di genetica e fattori ambientale.

Di numerosi geni identificati come causa la mutazione del gene LRRK2 called 'stato riscontrato che è molto comune tra gli ebrei Ashkenazi (25% della popolazione colpita dalla malattia) e anche tra bereberes Nord Africa (30% -40 %), anche se l'impatto è molto più bassa in Catalogna e in Spagna e praticamente inesistente nel nord Europa.

Tolosa ha spiegato che l'industria farmaceutica si è rivolta a indagare su possibili trattamenti per questo tipo di casi genetici, aprendo una porta alla speranza anche ad altri colpiti perché i sintomi "sono molto clinicamente appaiono", ha osservato.