A parte il femminismo e l'ignoranza, in che modo l'aborto è una cosa positiva o positiva se uccide i bambini non ancora nati?

Kelly Graham, Polymath, madre, ministro, educatrice sessuale, programmatrice.

Sarò molto sincero: la natura uccide il 40% dei bambini non ancora nati e si chiama aborto spontaneo. Quindi, c'è la tendenza di tutte le specie (compresa la nostra) ad uccidere i loro giovani durante i periodi di avversità. La dura verità è che donne e famiglie hanno commesso aborti e infanticidi per migliaia, se non milioni, di anni.

Le ragioni storiche per cui gli umani hanno commesso infanticidio, suicidio, aborto e abbandono esistono ancora oggi. Abbiamo servizi sociali per cercare di mitigare la povertà e aiutare le famiglie a prendersi cura dei bambini malati e disabili, e alcuni limitati servizi di salute mentale per le madri affette da depressione post-partum, ma ci manca una rete di sicurezza sociale abbastanza completa da convincere alcune donne incinte che un bambino non è una catastrofe - quindi, la domanda di aborto, indipendentemente dal fatto che sia sicura o legale.

Dato il tempo e l'intensità delle risorse del lavoro coinvolto nella riproduzione, l'aborto è una buona alternativa all'infanticidio, al suicidio o all'abbandono. L'aborto permette alle donne di esercitare l'imperativo biologico di non riprodursi prima che abbiano dato alla luce invece che dopo. E questa è una buona cosa.

Tyler Vornberg, Legge regolarmente le notizie
Risposta entro il 29 ottobre 2017 · L'autore ha 1.7k di risposte e 347.7k di risposte

Ho interagito con questo OP in precedenza e mi è stato chiaro che non stava cercando la prospettiva, ma piuttosto la conferma delle sue convinzioni.

Perché l'accesso a un aborto è una cosa necessaria?

La madre qualche volta muore di parto; un aborto avrebbe salvato la sua vita.

A volte la madre è rimasta incinta a causa dello stupro. Merita di essere costretta a crescere un figlio che non ha chiesto?

Avere un bambino sta cambiando la vita. Tutta la tua vita, le tue finanze e le tue ambizioni devono essere dedicate esclusivamente a crescere il tuo bambino dopo che è nato per i prossimi 18 anni da dare o da fare. Le persone meritano un'opzione per dire "no" a quello. "Se non vuoi un figlio, allora smetti di fare sesso". Se hai mai avuto rapporti sessuali per un motivo diverso da quello di avere un figlio, sei un ipocrita.

Angela Stevenson
Risposta entro il 29 ottobre 2017 · L'autore ha 140 risposte e 144.6k viste di risposta

Grazie per l'A2A.

Questa è una domanda davvero buona: trovo che la maggior parte delle persone a favore dell'aborto ripiega sulla loro risposta standard: l'aborto non è un omicidio perché non si può uccidere qualcosa che non è una discussione viva, usano i termini "grumo di cellule", embrione e feto per disumanizzare, la parola bambino non viene mai usata.

I gruppi pro-vita sostengono l'aborto usando l'argomento secondo cui è un bene per la madre e il nascituro se il bambino viene abortito perché il bambino non sarebbe voluto e / o la madre non avrebbe i mezzi finanziari per sostenere il bambino. Questa mentalità, secondo me, è un grosso mucchio di bs, ed è per questo che:

Se due persone si trovano in una situazione in cui portare un bambino in questo mondo potrebbe causare difficoltà economiche o di altro tipo, e che la coppia non ha i mezzi per acquistare e usare il controllo delle nascite, la risposta è perfettamente chiara, NON AVETE SESSO! Non siamo animali, non dobbiamo fare sesso solo perché lo vogliamo. Come fanno le persone a non capirlo ??

Rant.

In risposta alla tua domanda, NON c'è NIENTE buono o positivo sull'aborto.

Ernest W. Adams, femminista orgoglioso tutta la mia vita adulta.
Risposta entro il 29 ottobre 2017 · L'autore ha 23.6k risposte e 139.5m viste di risposta

A volte è necessario quando la gravidanza è pericolosa per la madre. Le nazioni che non le permettono in nessuna circostanza condannano una madre che ha la sfortuna di avere una gravidanza extrauterina a morte.
È assurdo considerare un feto delle dimensioni di una miniatura come una persona i cui diritti prevalgono su quelli della madre. Non è affatto un "bambino". La maggior parte del mondo lo capisce.

Aborto, femminismo

Letture Consigliate