Principali cause della depressione post-partum: disoccupazione e

MADRID / EFE Martedì 14/03/2017

Post-partum e la disoccupazione sono le principali cause riconosciute di depressione, una malattia con un impatto importante sul posto di lavoro, e che l'86% degli europei che soffrono sono in età lavorativa, a quello che diversi esperti sollecitano le istituzioni e aziende di sviluppare piani per loro

Altre notizie

  • Salute mentale: Stereotipi società bendato
  • Depressione: Può essere curata senza farmaci?

A proposito di depressione hanno parlato il Capo di Psichiatria Ramón y Cajal Hospital a Madrid, Jerónimo Saiz, e il Preside della Facoltà di Medicina dell'Università delle Isole Baleari Gili Margalinda.

Entrambi hanno presentato, presso la sede dell'Associazione della Stampa di Madrid (APM), la "Relazione per un approccio migliore della depressione sul posto di lavoro", il che dimostra che questa malattia è una delle principali cause di perdita di produttività.

Gli esperti hanno spiegato che dopo il parto è la principale causa di depressione perché i cambiamenti ormonali così bruschi vissute dalle donne che hanno appena dato alla luce.

Il secondo è la disoccupazione, in quanto il lavoro "dà autonomia e ti aiuta a pianificare la tua vita."

La depressione non è un "handicap"

I medici hanno sottolineato che la depressione è una malattia il cui sintomo principale è triste, ma non deve essere confuso con un "handicap", in quanto il primo è permanente, provoca disabilità e colpisce le capacità cognitive.

Nella maggior parte dei casi i sintomi di questa malattia, che colpisce le donne due volte più degli uomini, impediscono alla persona di lavorare.

Dr. Saiz ha spiegato che questo è stato aggravato dalla crisi economica e in quanto v'è una maggiore paura di perdere il posto di lavoro, le persone colpite cercare di nasconderlo.

"Il paziente cerca di nascondere il suo problema, è andare a lavorare e si verifica presenzialismo, andare, ma non possono eseguire come arrendersi prima", ha aggiunto.

Inoltre, i lavoratori spesso nascondono perché la depressione è uno stigma "è quello di pensare che la persona è la colpa", e più casi di dirigenti di solito è una "condanna a morte", ha assicurato.

Questo significa anche che, insieme con i sintomi della depressione non sono del tutto oggettiva, la metà dei pazienti non diventano mai diagnosticata o trattata in modo corretto.

I medici hanno sottolineato che la depressione è curabile e che quanto prima si è rilevato, la prima si invia.

Prevenzione e sensibilizzazione piani

Di conseguenza, ha sostenuto le amministrazioni e le imprese piani di prevenzione e di sensibilizzazione su questa malattia.

Piani che devono fornire una formazione ai lavoratori e superiori per insegnare loro a riconoscere i sintomi della depressione e, infine, un "cambiamento di mente", in modo che questa malattia non ha uno stigma e non penalizzare le imprese che si accumulano le assenze per malattia per questo motivo.

"Il paziente incolpato di cose che lui non è responsabile, avendo problemi di memoria, è triste, perdendo interesse per le cose che in precedenza erano interessati, problemi di attenzione, la concentrazione e l'apprendimento" sono alcuni dei sintomi spiegato Dr. Gili, che ha insistito sul fatto che "una persona che piange" non è l'immagine giusta.

I medici hanno spiegato che la fine di questa malattia è un suicidio, e ha ricordato che in Spagna dieci persone al giorno, di cui più della metà ha avuto la depressione si suicidano.

Gili Saiz e hanno messo in chiaro che la depressione "non è un lavoratore problema", ma della società nel suo insieme e hanno avvertito la necessità di sostenere queste persone che sono a rischio.