La pressione sanguigna troppo bassa, un fattore di rischio per il glaucoma

Anche se la glaucoma Si tratta di una malattia che è causa di danni al nervo ottico soffre per una pressione intraoculare elevata Gli esperti avvertono che un Oculistica livelli più bassi del normale pressione sanguigna. Essi costituiscono un fattore di rischio per lo sviluppo di questa malattia.

Gli anziani, che hanno maggiori probabilità di sviluppare il glaucoma, ipotensione può verificarsi spesso perché molti sono over-trattati con

terapia antipertensiva.

Il ipotensione Colpisce l'afflusso di sangue al cervello e del nervo ottico, quindi anche se la pressione intraoculare di una persona è normale o meno estremo, può sviluppare il glaucoma, come ha spiegato il dottor Julian Garcia Feijoo, Responsabile Dipartimento di Oftalmologia dell'Ospedale Clinico San Carlos di Madrid, durante la IV revisione annuale delle Esteve.

Diversi fattori influenzano lo sviluppo del glaucoma quanto influenzano la perfusione del nervo ottico, come la pressione intraoculare, la pressione sanguigna, e anche la pressione endocranica, e circa il 10% dei pazienti con diagnosi di glaucoma ha alta pressione intraoculare, secondo il dottor Feijoo, che avverte che il Anziani Ulteriori ipotensione può verificarsi di frequente, perché molti sono un trattamento eccessivo con terapia antipertensiva

Il glaucoma, il più delle volte da 70-75 anni

Gli esperti stimano che il glaucoma che è considerato il seconda causa di cecità nel mondo colpisce circa il 2% della popolazione spagnola (circa 900.000 persone), ed è più comune negli anziani, in quanto 70-75 anni ha un'incidenza dell'8%. Inoltre, il glaucoma è indolore e inizialmente non presentano sintomi che il paziente può identificare, quindi circa la metà delle persone colpite non sono stati diagnosticati.

Per la diagnosi precoce del glaucoma e prevenire la progressione di cecità irreversibile, si rimanda ad un oculista almeno una volta ogni due anni, da 50 anni, e una volta l'anno da 60 o da 45 se si tratta di una storia familiare della malattia.