Un uomo non ha diritti riguardo al suo bambino non ancora nato. In che modo coloro che sono a favore della scelta lo giustificano?

Scavato McDowell, dilettante parvenu

Penso che la responsabilità e l'autorità dovrebbero avere parità. Qualunque sia il livello di responsabilità che hai in una particolare area, al lavoro o a casa, ovunque; dovresti avere lo stesso grado di autorità su quell'area.

Le donne assumono il 100% di responsabilità per la gestazione e la nascita di un bambino. Gli uomini possono impregnare e lasciare, essenzialmente lo 0% di responsabilità per la gestazione e la nascita di un bambino. Quindi le donne dovrebbero avere il 100% di autorità sulla loro gravidanza e gli uomini dovrebbero starne fuori.

L'aborto non sarà mai una preoccupazione degli uomini. Gli uomini non affronteranno mai personalmente la necessità di scegliere. Sfortunatamente gli uomini, non i padri biologici, ma i politici e il clero, hanno storicamente fatto dell'aborto e il diritto di una donna di scegliere, i loro affari e esclusivamente i loro affari, perché? Potere e controllare più di metà della popolazione.

Qualsiasi rivendicazione politica e clero fanno riguardo ai loro motivi di essere per il bene della società o per ragioni di coscienza sono bugie. Prima di tutto, la contraccezione e l'aborto sono migliori per la società e, infine, la scelta dell'aborto non sarà mai di un uomo e solo i nostri atti sono soggetti alla nostra coscienza.

Jennifer Larson, studiato all'Università del South Dakota
Risposta scritta 2 luglio 2018 · L'autore ha 636 risposte e 33.6k viste di risposta

Facile.

La gravidanza è pericolosa per le donne. Ogni singola gravidanza comporta il rischio di complicazioni potenzialmente letali o che alterano la vita. Ogni. Singolo. Uno.

Un uomo non è fisicamente minacciato dalla gravidanza. Non dovrà mai preoccuparsi di un utero rotto o eclampsia o di una qualsiasi delle molte, molte possibili complicazioni che ogni donna incinta deve affrontare.

Ora, le persone anti-scelte cercheranno di dire che la morte per parto è rara, quindi non importa che le donne siano costrette a correre questo rischio.

Ma non c'è il tempo in cui una donna può fare un uomo sottoporsi a un processo medico rischioso contro la sua volontà.

Immagina che ci sia una macchina in vendita, questa macchina ha una possibilità molto piccola, ma distinta, che esploderà spontaneamente e poi ti ucciderà: c'è una possibilità più grande che esploderà spontaneamente, non ti ucciderà, ma si tradurrà in un tale significativo danno che la qualità della tua vita è alterata. C'è una possibilità ancora maggiore che esploda, non ti ferisca in modo catastrofico, ma si traduca in un grave infortunio con un periodo di recupero necessario.

E c'è una possibilità migliore di non che la macchina ti danneggi a un punto in cui dovrai apportare qualche modifica alla tua vita: come lasciare il lavoro, lasciare la scuola, stare in poltrona e così via.

Ora immagina che qualcuno ti dica che devi entrare in quella macchina, solo perché sei entrato nella concessionaria.

Jennifer Louise Porter, Mai avuto uno, mai lo farà.
Risposta il 7 novembre 2017 · Autore ha 2.7k risposte e 2m viste di risposta

Quando l'uomo può portare l'embrione / feto per nove mesi, lavorare e consegnarlo da solo, avrà il 100% dei diritti per decidere cosa accadrà.

Mike Ohara, Ho opinioni che condividerò gratuitamente.
Risposta il 12 novembre 2017 · L'autore ha 661 risposte e 331.2k viste di risposta

Il fatto è che la vita non è giusta. È un attributo troppo umano per esercitare il potere ogni volta che si presenta l'opportunità. Questo è vero sia per gli uomini che per le donne. Per quanto riguarda la gravidanza, il potere spetta esclusivamente alle donne. È giusto o giusto? No. Non ci sono prove che il possesso di un utero doti il ​​possessore di un particolare senso di giustizia. Il fatto è che lei ha un utero e, quindi, afferma il potere di prendere tali decisioni.

Se la sua decisione è quella di ottenere un aborto, lei ha dichiarato unilateralmente che non è adatta a essere un genitore.

Cj Smith
Risposta del 4 agosto 2018

Una gravidanza si verifica nel corpo della donna, non c'è motivo logico, etico o morale per voi di avere il diritto di decidere come usare il suo corpo per il vostro beneficio perché siete riusciti a eiaculare dentro di lei.

Anche gli uomini non sono responsabili per nessuno dei costi della gestazione e della nascita, ma gli uomini come te non chiedono mai di essere ritenuti legalmente responsabili di ciò!

Pro-scelta (posizione sull'aborto), aborto, diritti umani

Letture Consigliate