Problemi alla cistifellea durante la gravidanza

calcoli della vescica biliare chiamati anche calcoli biliari, sono più di depositi di calcio o colesterolo nella colecisti o dotti biliari. Se si consumano cibi ricchi di grassi e di colesterolo, le probabilità di ottenere calcoli nella cistifellea sono piuttosto elevate. La bile, il liquido giallastro secreto dalla cistifellea, è responsabile della digestione dei grassi e del colesterolo nel corpo. Quando si consumano cibi ricchi di grassi, la colecisti si contrae, liberando così la bile, che digerisce i grassi. Dopo gli arresti del processo di digestione, la colecisti a volte non si svuota completamente, e in questo caso la bile si concentra nei depositi di colesterolo e calcio, creando così le pietre. Queste pietre ostacolano il libero flusso della bile e questa è la ragione per il dolore della cistifellea che si avverte nell'addome. Quando sei incinta, ci sono diversi cambiamenti che si verificano nel tuo corpo, che sono esposti a problemi della cistifellea. Ci sono molte altre malattie della colecisti, che possono anche causare problemi durante la gravidanza.

Segni di problemi alla cistifellea durante la gravidanza

Ci sono molti altri ormoni secreti dal corpo durante la gravidanza, e questi Gli ormoni possono rallentare le funzioni digestive del corpo. Quando le funzioni digestive rallentano, la cistifellea ha difficoltà a svuotare tutta la bile. Anche quando ci sono pietre nella cistifellea, si contrae ancora per rilasciare la bile, e cioè quando la superficie della cistifellea o del dotto biliare entra in contatto con i calcoli biliari e inizia a ferire. D'altra parte, il dolore può anche essere causato quando la bile non può fluire liberamente. Quando gli alimenti ad alto contenuto di grassi sono consumati, il corpo richiede più bile per digerire questi alimenti, il che significa che la colecisti si contrae di più, il dolore è anemico.

Uno dei sintomi più comuni della cistifellea durante La gravidanza è il dolore intenso nell'addome superiore destro dopo aver consumato un pasto ricco di grassi. Questo dolore è chiamato un attacco di calcoli biliari, perché il dolore si verifica all'improvviso e può durare da mezz'ora a diverse ore. È inoltre possibile ottenere dolore costante, che può aumentare nel tempo. Gli altri sintomi negativi della cistifellea comprendono dolori alla schiena tra le scapole, vomito, nausea, gonfiore, gas, indigestione, eruttazione e non essere in grado di tollerare cibi ricchi di grassi. Inoltre, possono verificarsi anche sudorazione, brividi, febbre leggera, feci color argilla e pelle gialla.

Il dolore causato dai calcoli biliari può essere paragonato al dolore che si manifesta durante il parto. Tuttavia, la contrazione che si verifica durante il travaglio scompare molto presto, a differenza dei calcoli biliari che possono rimanere per diverse ore. Questo dolore può essere così grave che può essere difficile da alleviare.

Se i test dimostrano che il dolore è causato dalla formazione di calcoli biliari, i medici possono suggerire di mangiare cibi a basso contenuto di grassi., può anche essere una dieta morbida. Questa dieta è raccomandata come misura preventiva piuttosto che come cura a lungo termine. Le misure a lungo termine includono la chirurgia della cistifellea, ma la chirurgia durante la gravidanza potrebbe essere troppo rischiosa. Tuttavia, il medico può raccomandare un intervento chirurgico, se è nel secondo trimestre e se il dolore è molto grave e insopportabile. La chirurgia viene eseguita prima che possa essere provocato un aborto, mentre se viene eseguita dopo che la dimensione del bambino è aumentata, può rendere difficile l'esecuzione.

Di solito sono le donne obese che hanno un rischio maggiore di sviluppare calcoli biliari. Se il grasso in eccesso si accumula nel corpo, la quantità di bile secreto diminuisce, con conseguente eccesso di depositi di colesterolo. L'aumento di peso durante la gravidanza o dopo il parto può anche causare calcoli. Mangiare una dieta ricca di fibre per ridurre le possibilità di sviluppare calcoli biliari. I cereali integrali, le verdure e la frutta sono ricchi di fibre e sono eccellenti per una cistifellea infiammata.

Pertanto, i problemi della colecisti durante la gravidanza sono causati dall'accumulo di colesterolo e calcio la cistifellea e i dotti biliari. Se si soffre di uno dei sintomi sopra menzionati, contattare immediatamente un medico e ottenere misure correttive. Come misura preventiva, è sempre meglio smettere di consumare cibi ricchi di grassi e iniziare a mangiare cibi ricchi di fibre. In caso di dubbio, consultare un medico, che può darti un buon consiglio.