Muco nei polmoni. Sintomi e trattamento.

muco è un liquido appiccicoso denso rilasciato dal membrane mucose, che rivestono le pareti interne di diverse parti del corpo, come lo stomaco, i polmoni, le orecchie, i genitali e le vie respiratorie. Questo liquido viscoso contiene composti antimicrobici, che sono efficaci per la distruzione di batteri e altri agenti patogeni. Pertanto, la sua presenza agisce come un meccanismo di difesa contro i microbi dannosi. Circa 1,5 litri di muco sono prodotti giornalmente in persone sane.

La membrana mucosa che riveste il tratto respiratorio è di fondamentale importanza. Il tratto respiratorio non è altro che il passaggio dell'aria, che fornisce l'inspirazione e l'espirazione dell'aria da e verso i polmoni. Il muco secreto nel tratto respiratorio svolge un ottimo lavoro di protezione del corpo, in particolare i polmoni dei patogeni nell'aria, che vengono inalati durante la respirazione. Gli anticorpi nel muco non solo intrappolano gli agenti infettivi inalati ma li distruggono. Il rivestimento della membrana mucosa mantiene anche l'umidità nelle vie aeree e impedisce loro di asciugarsi.

Sintomi

Ci sono alcuni sintomi che possono essere attribuiti a questa condizione. Tosse eccessiva, che espelle una sostanza giallo-verdastra (muco), è il sintomo più comune di muco nei polmoni. Tossire il muco è un'indicazione di un disturbo sottostante. L'eccesso di muco che rimane intrappolato nei polmoni può anche causare difficoltà respiratorie e mal di gola.

Perché il muco nei polmoni è in quantità eccessiva? Un gran numero di fattori può essere responsabile della produzione di muco nei polmoni. Ad esempio, il freddo, l'infezione virale comune.

Provoca
Bronchite
Si tratta di un disturbo di respirazione in cui il flusso d'aria attraverso i bronchi, se sono gonfie, non consentono il L'aria inalata passa ai polmoni, oltre a non fornire il passaggio di anidride carbonica dal corpo. Frequentemente, la bronchite è attribuita a un'infezione virale, ma può anche verificarsi a causa di una diffusione di batteri. L'infiammazione della mucosa è un sintomo per rilasciare più muco nel tentativo di controllare l'infezione. L'eccesso di muco può fuoriuscire dai polmoni e causare frequenti attacchi di tosse. il muco in eccesso nei bronchi può ostacolare il flusso d'aria di aspirazione, causando problemi respiratori.
Asma
Si tratta di una malattia polmonare che causa l'infiammazione delle vie aeree, ed è accompagnato da un aumento della quantità della produzione di muco. Un attacco d'asma può causare gravi problemi respiratori e ostruzione delle vie aeree a causa di un accumulo di muco, se grave.
Sinusite
Le infezioni del seno sono anche alcune delle cause di produzione di muco nei polmoni. I seni paranasali sono cavità vuote che permettono all'aria di fluire dal naso alla trachea. Ci sono 4 paia di aperture sinusali che si collegano al naso. La mucosa situata nei seni produce un muco che funge da sistema di filtraggio per sporco e polvere. Il muco non consente l'ingresso di particelle indesiderate nei polmoni. Tuttavia, un'infezione dei batteri può causare l'infiammazione dei seni. Questo, a lungo andare, porta all'ostruzione dei seni paranasali e dell'eccesso di muco. L'eccesso di muco prodotto nei seni paranasali può viaggiare ai polmoni e alterare la loro funzione.
Polmonare
L'eccesso di muco nei polmoni può anche suggerire che il paziente soffra di polmonite. Questa è un'infezione di agenti patogeni nocivi che includono virus, batteri o funghi che colpiscono i polmoni. In questa condizione, i polmoni si infiammano. Le persone colpite da polmonite hanno la febbre e avvertono tosse e problemi respiratori da moderati a gravi. Con il progredire della polmonite, il sistema respiratorio risponde rilasciando più di una normale quantità di muco nei polmoni. Per sbarazzarsi di questo eccesso di muco, i pazienti spesso hanno spesso visto la tosse aiuta ad espellere il muco.
L'enfisema
L'enfisema è una malattia che è tipicamente caratterizzata da progressiva distruzione degli alveoli, piccole sacche d'aria nei polmoni che assicurano che l'ossigeno inalato venga trasferito al sangue e che l'anidride carbonica venga espulsa dal corpo. Queste piccole sacche d'aria, che assomigliano a un grappolo d'uva, si trovano all'estremità dei bronchioli (le vie respiratorie). Nelle fasi iniziali dell'enfisema, gli alveoli si infiammano, il che interferisce con il corretto scambio di ossigeno e anidride carbonica. Il fumo cronico e l'inquinamento atmosferico sono cause di enfisema. In generale, gli alveoli sono elastici, ma con l'enfisema ne viene influenzata l'elasticità. Di conseguenza, gli alveoli non possono espellere correttamente il biossido di carbonio e altre impurità dai polmoni. Questo accumulo di impurità determina una eccessiva produzione di muco nei polmoni ed è seguito da mancanza di respiro e tosse persistente.
ALLERGIA
esposizione all'aria, trasmettendo allergeni come polline o polvere, può anche irritare i polmoni, che possono portare a una produzione eccessiva di muco. I prodotti chimici che vengono inalati quando il fumo può anche portare ad accumulo di muco nei polmoni.
La tubercolosi (TB)
tosse frequente, espellendo sia muco e sangue, è un chiaro sintomo di tubercolosi (TB). Questa è una grave infezione batterica dei polmoni, durante la quale il paziente continua a tossire per circa un mese. Fastidio al petto durante l'inalazione così come tosse con sangue e muco denso, è frequentemente osservata nei pazienti con tubercolosi
Trattamento
Farmaci
Il broncodilatatore.

Come suggerisce il nome, è una medicina che promuove la dilatazione dei bronchi e dei bronchioli. La dilatazione riduce l'infiammazione dei bronchi, che consente di respirare più facilmente. Con il broncodilatatore, la contrazione dei muscoli dei bronchi si rilassa. Stretti passaggi dei bronchi si allargano, consentendo il muco intrappolati possono muoversi liberamente e fornendo una migliore eliminazione di muco da tosse

Espettoranti.

L'uso di espettoranti è anche benefico per ridurre l'accumulo di muco nei polmoni. Questi farmaci sono creati per diminuire la quantità di muco. La diminuzione del muco prodotto da questi espettoranti rende più facile espellere l'aria. Così, prendendo espettoranti, tosse produttiva, che a sua volta accelera la rimozione del muco dal corpo promuove

decongestionanti:.

decongestionanti, come fenilefrina e ossimetazolina, venduti in forma di gocce nasali, spray nasali e sotto forma di ingestione orale, è spesso raccomandato per i pazienti con sinusite. Con questi farmaci, l'infiammazione della mucosa che riveste il naso e i seni paranasali è diminuita. Ciò si ottiene comprimendo i vasi sanguigni che forniscono la circolazione sanguigna alla mucosa. Ridurre l'infiammazione non solo aiuta a mantenere la produzione di muco, ma facilita anche la respirazione.

Inalazione di vapori
L'inalazione di vapori è uno dei rimedi domestici per alleviare la congestione. Quando si tratta di inalare i vapori, il muco si liquefa, che aiuta ad alleviare il disagio. Tuttavia, le persone che soffrono di asma, dovrebbero stare lontano dalla inalazione di vapori, in quanto questo può peggiorare il problema.
olio di eucalipto
Mescolare alcune gocce di olio di eucalipto in acqua calda durante la inalazione di vapore. Questo può anche essere molto efficace nel combattere la congestione nasale e ridurre l'accumulo di muco.
Gargarismi con acqua salata
Il muco nei polmoni può progredire nella gola nel tempo. Questo può rendere più forte il prurito alla gola e la punta. Con la fine del sollievo dalla gola, fai dei gargarismi con acqua salata. Gargarismi in realtà aiuta ad eliminare il muco dalla gola.
Cibi piccanti
Mangiare cibi piccanti spesso può essere un po 'a disagio, ma ci sono persone che ciò contribuirà a cancellare il muco della gola e dei polmoni. Il peperoncino in polvere, il rafano e lo zenzero sono di grande aiuto per la scomparsa del catarro. Questo, a sua volta, stimola l'espulsione del muco attraverso la tosse. Tuttavia, nel caso in cui i sintomi si aggravino mangiando cibi piccanti, smetti di farlo.
Stai lontano dai latticini
Un altro modo naturale per ridurre i sintomi associati al muco nei polmoni non è consumare prodotti lattiero-caseari. Il motivo è che il muco tende a diventare più spesso con il consumo di prodotti caseari. Non sorprendentemente, i sintomi tendono a peggiorare a causa del consumo di latte, formaggio e yogurt.
Consumo di acqua adeguato
Il consumo di acqua sufficiente può anche svolgere un ruolo cruciale nel rimuovere l'acqua. muco del corpo. Bere molta acqua aiuta a liquefare il muco denso, rendendolo più facile da drenare. Pertanto, per liberare il muco accumulato, è necessario consumare acqua in quantità adeguate. Semplicemente, aumentando il consumo di acqua, si inizia a sentire che i sintomi hanno iniziato a diminuire.
Succo di cipolla
Una combinazione di succo di cipolla e miele è anche utile per ottenere sollievo dal Tos. Questo agisce come uno sciroppo per il tè naturale ed è estremamente efficace nell'alleviare i sintomi del tè. Riempi un cucchiaino con il succo della cipolla mescolandolo esattamente con un cucchiaino di miele. Prendete questa miscela per due volte al giorno e certamente notare un sollievo della tosse.

Prevenzione

Il fumo cronico è il fattore primario che contribuisce a tossire, allontanarsi da questa abitudine poco igienica come si può fare molto Torno indietro per ottenere i polmoni sani e privi di eccessiva secrezione di muco. Quindi, prima di tutto, smetti di fumare se hai deciso di mantenere il normale funzionamento dei polmoni. Al fine di affrontare i problemi dell'inquinamento atmosferico, in particolare quelli che soffrono di persone che vivono vicino a zone industriali e sono costretti a indossare maschere speciali per minimizzare l'esposizione agli inquinanti atmosferici. L'installazione di purificatori d'aria HEPA in casa è anche molto utile in questo senso, in quanto garantisce che l'ambiente interno rimanga pulito.

In generale, quando la produzione di muco nei polmoni è superiore al normale, è un segno di un'infezione virale o anche di una malattia respiratoria. In questi casi, è necessario determinare la causa dell'accumulo di muco, che causa la congestione nasale e del torace, per diagnosticare una malattia.