Il 10% dei bambini nati nel mondo sono prematuri

Secondo le stime dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) fino al 10% delle nascite si verificano ogni anno nel mondo sono premature, vale a dire che i bambini hanno trascorso meno di 37 settimane nel grembo materno. Dr. Manuel Sanchez Luna, vice presidente del Neonantología e Medicina Perinatale dell'Unione Europea, spiega che nel nostro paese la percentuale di neonati prematuri raggiunto tra il sette e l'otto per cento del totale.

Ma inferiori a 37 settimane di gravidanza, si ritiene che il bambino è prematuro, gli esperti concordano sul fatto che coloro che sono nati prima di 26 settimane, di peso inferiore a 750 grammi, sono casi particolarmente gravi e difficili per andare avanti, dal momento che sono meno probabilità di vivere e, anche allora, spesso subiscono gravi conseguenze legate alla mancanza di maturità presente alla nascita. Se la consegna avviene a 23 settimane il bambino ha poche possibilità di sopravvivenza.

I bambini nati tra la settimana 26 e la settimana 28, anche se hanno bisogno di cure specifiche, hanno una probabilità del 90% di sopravvivenza

Secondo gli esperti, i bambini che nascono quando il tuo corpo non è pienamente sviluppato, soffrirà stentata crescita e disturbi ormonali. Inoltre, questi problemi sono aggravati a seconda di ciò che è stato la causa della prematurità che, anche se una grande percentuale (40%) dei casi è sconosciuta, a volte a causa di condizioni di feto o la madre, come malformazioni congenite o infezioni.

I bambini nati tra la settimana 26 e la settimana 28, ma hanno bisogno di rimanere in ospedale e ricevere cure e attenzioni speciali durante i primi anni di vita hanno una probabilità del 90% di sopravvivenza. Tra gli effetti avversi più comuni che possono presentare questi bambini comprendono quelli associati con lo sviluppo del sistema nervoso, tra cui neurologiche e motorie disabilità, disturbi del sistema respiratorio e disturbi dello sviluppo, che in genere più lento rispetto a neonati a termine .

Sia aumento della mortalità e sequele come il numero di settimane di gravidanza si riduce. Nel nostro paese si stima che più del 85% dei bambini di peso inferiore a 1,5 kg alla nascita di sopravvivere e, in aggiunta, la metà di loro lo fanno senza sequele, che riguarda la grande qualità dei numerosi centri di cura competenze disponibili, dove i professionisti che lavorano appositamente formati per soddisfare le esigenze di questi giovani pazienti.

Fattori di rischio

Come abbiamo notato, in molti casi non si sa perché una nascita si verifica prematuramente, ma gli esperti concordano sul fatto che l'aumento dell'età materna e l'accesso al lavoro, le abitudini dannose come tabacco e alcol , gravidanze multiple, rottura precoce della placenta, infezioni o altre malattie di donne in gravidanza e malformazioni fetali, tra gli altri fattori, possono precipitare consegna.

Dr. Manuel Sanchez Luna, vice presidente dell'Unione europea di Neonatologia e Medicina Perinatale, spiega che il numero delle nascite premature varia notevolmente da un paese all'altro, e che in Europa il tasso più basso è la Finlandia, con il 5,5% mentre altri paesi, come l'Austria, raggiungendo l'11,5%.

Questo specialista sottolinea che gli sforzi dovrebbero essere volti a cercare di impedire la nascita prematura e, quando questo non è possibile, avere centri e personale specializzato nella cura di questi bambini, come le loro prime ore di vita sono cruciali per migliorare le possibilità di la sopravvivenza e ridurre al minimo le potenziali conseguenze.A questo proposito, Sanchez Luna loda il livello di qualità delle cure di cui godono questi bambini in Spagna, e mette in evidenza il ruolo importante della famiglia dei bambini prematuri, che sarà responsabile della sua cura a casa, e deve affrontare questo compito senza paura e con quante più informazioni possibile per contribuire ad un migliore sviluppo del bambino.