Scienza dimostra che i cani assomigliano ai loro proprietari

Il Cane Prende essere il miglior amico dell'uomo oltre 30.000 anni, ma questa coesistenza prolungata ha permesso i cani sono in grado di raccogliere informazioni da persone emotive, e adattare il loro comportamento di conseguenza? Secondo uno studio dell'Università di Vienna, sì è possibile. Ed è che l'idea classica che la cani assomigliano ai loro proprietari Sembra che sia allontanato dalla tipica battuta, per diventare una verità con rigore scientifico.

I cani con proprietari nevrotici e pessimisti possono pensare il mondo è più pericoloso, ed essere più difensivo e meno in grado di far fronte a

situazioni di stress.

La ricerca, guidata da Iris Schöberl, Dipartimento di biologia comportamentale presso l'Università di Vienna, è stato pubblicato dalla rivista impact factor PLoS ONE E conclude che non solo un po 'di tratti della personalità Gli esseri umani possono essere trasferiti ai loro cani, ma anche quei cani che sono amichevole e rilassata può anche aiutare i loro proprietari far fronte allo stress.

proprietari Neurotic potrebbero essere più stressati

cani.

Per arrivare a queste conclusioni, i lavori hanno partecipato un totale di 132 persone con i loro cani, che sono stati condotti diversi test, tra cui la misurazione della frequenza cardiaca e la risposta alla minaccia. Inoltre, entrambi gli animali e dei loro proprietari, sono stati esaminati i livelli di cortisolo (Ormone legati allo stress) attraverso la saliva, pur essendo esposti a situazioni moderatamente stressanti.

Inoltre, nel caso dei proprietari, che sono stati valutati anche gli aspetti comportamentali della personalità, come il simpatia o nevrosi (Grado di instabilità emotiva che definisce la vulnerabilità di sviluppare alcuni disturbi come l'ansia). Ed è interessante è stato osservato che coloro che hanno mostrato alti livelli di nevrosi avevano cani con bassa variabilità del cortisolo. Cioè, che i cani altamente proprietari nevrotici erano meno in grado di far fronte allo stress e la pressione, rispetto a quelli che erano i proprietari di quattro zampe meno nevrotici. E viceversa. Quei cani che erano i proprietari più amichevoli e piacevoli erano maggiormente in grado di far fronte a situazioni di stress rispetto a quelli che erano i proprietari meno amichevoli.

Secondo questo studio, i cani sarebbero in grado, quindi, di leggere e interpretare le emozioni dei loro proprietari. Pertanto, come ha dichiarato il ricercatore principale Iris Schöberl, "cani pessimista e proprietari nevrotici possono pensare il mondo è più pericoloso e quindi può essere più difensivo e meno in grado di far fronte altri cani situazioni di tensione ".

Letture Consigliate