Il 60% dei bambini e adolescenti con disturbi psichiatrici può cadere durante l'età adulta

Quasi il 20% dei bambini e degli adolescenti può essere influenzata da disturbi psichiatrici, e fino al 60% di questi pazienti può recidivare una volta raggiunta l'età adulta, come fonti dichiarati della Koplowitz Fondazione Alicia, responable dell'organizzazione, insieme la Fondazione Jiménez Díaz- VI Riunione Scientifica sui disturbi psichiatrici nell'infanzia e nell'adolescenza.

Il coordinatore dei programmi scientifici Alicia Koplowitz Fondazione, Elena Guisasola, ha spiegato che è stato dimostrato che tra il 23 e il 61 per cento dei bambini e degli adolescenti che sono diagnosticati con un disturbo psichiatrico soffrono poi qualche patologia natura e, per questo motivo, la diagnosi precoce, con conseguente trattamento, è essenziale per attenuare la gravità può acquisire la condizione in futuro.

Enrique Baca García, responsabile di psichiatria Jiménez Díaz Foundation, sottolinea inoltre l'importanza di rilevare la malattia quanto prima di iniziare il trattamento e ridurre il rischio di recidiva quando il paziente raggiunge l'età adulta e quindi, se si verifica, sapere cosa aspettarsi e non dover perdere tempo a cercare di capire il problema.

Tra i problemi psichiatrici più comuni nell'infanzia e nell'adolescenza comprendono disturbi depressivi.Si stima che la depressione ha una prevalenza compresa tra 1 e il 2 per cento nei bambini e tra il 4 e l'8 per cento per gli adolescenti.

Gli esperti dicono che certi fattori genetici favorire il suo aspetto. Baca dice che nel caso di depressione, con una storia di famiglia è un fattore di rischio, e che i giovani si sentono sotto pressione dalle richieste sociali e le aspettative della famiglia, che sono maggiori ora che anni fa, e che può causare frustrazione minori.

Segnali di avvertimento

I giovani si sentono sotto pressione dalle richieste sociali e le aspettative della famiglia, che sono maggiori ora che anni fa, e che possono causare minori

frustrazione.

Anche se la depressione è spesso associato con tristezza e pianto, il presidente della Società Spagnola di Neuropsichiatria Infantile della Associazione Spagnola di Pediatria, Josep Cornella avverte che bambino depressiva a volte mostra sintomi del tutto opposti, come, per esempio, una specie iperattività, che può essere visto come una fuga in avanti.

Tra i segnali di pericolo, sia gli esperti sottolineano l'improvviso cambiamento che avviene nella vita del bambino con la depressione. Baca spiega che è possibile vedere i cambiamenti nel comportamento, sia a scuola che a casa, e che si traducono in uno stato di irritabilità e rendimento scolastico inferiore. Egli aggiunge il disturbo affettivo che affligge il piccolo può anche essere riflesso in una perdita di appetito o di peso, disturbi del sonno, il disinteresse e la depressione.

Alla luce di questi sintomi, Cornella ritiene che si deve consultare il pediatra, che farà riferimento, se necessario, un servizio del bambino e dell'adolescente di iniziare il trattamento il più presto possibile la psichiatria.

La combinazione di psicoterapia e psicofarmacologia spesso danno risultati eccellenti nel trattamento dei bambini e, come sottolinea Cornella, si è constatato che psicofarmaci, precedentemente associati con maggiori tendenze suicide nei giovani, non hanno questo effetto secondarie e specialisti sono addestrati per consigliare i farmaci e dosaggi più appropriati da somministrare in ciascun caso.

Gli esperti hanno scoperto che negli ultimi anni c'è stato un aumento dell'incidenza dei disturbi mentali nei bambini e negli adolescenti, anche se, secondo Baca, questo potrebbe essere dovuto non tanto ad una prevalenza più elevata, ma che i pazienti abbiano accesso un più facile accesso al sistema sanitario da allora ha una migliore conoscenza dei pediatri, psichiatri e altri del bambino circa questi disturbi ambiente, nonché una maggiore consapevolezza da parte della società sul problema della insuccesso scolastico, spingendo a cercare le cause al fine di risolvere il problema.