Cofares sollecita misure per la sanità alla farmacia "non rotto".

Santander / EFE Mercoledì 05.09.2012

Cofares presidente, Carlos González Bosch, avverte del rischio per il mercato farmaceutico se i tassi correnti e sollecita misure per il Ministero della Salute

In un'intervista con Efe presso l'Università Internazionale Menéndez Pelayo (UIMP), dove Cofares organizza un corso sul portafoglio di servizi nelle farmacie dalla Fondazione ANEFP, González Bosch è stato "preoccupato" per la "mancanza di visibilità e di controllo "del mercato farmaceutico contro l'importanza della cura dare settore.

E ha assicurato che tali cure potrebbe essere più alto con misure che coinvolgono anche il "uscita" della situazione attuale, tra cui concerti con le farmacie per loro di affrontare con i pazienti che frequentano politerapia o dipendenti, anche le persone nelle loro case.

"Ci sono molti anziani che non possono ricevere cure a casa quando hanno una farmacia al vostro fianco, probabilmente per il concerto potrebbe farlo perfettamente", ha aggiunto.

Bosch González ha detto che il ministero "ha" a prendere tali iniziative, così come la regolazione dei prezzi minimi, come nel caso di -HA generica ironizado- "strofinare originalità".

"Non ci rendiamo conto che questo sistema non è sostenibile con le risorse in questo momento hanno messo a disposizione", ha affermato González Bosch, che sta per immaginare soluzioni, l'importanza di corsi come l'UIMP, che dirige il presidente della Fondazione Lafer e exconsejero della Salute di Madrid, Manuel Lamela.

Il presidente della più grande distributore di farmaci in Spagna ha detto che il 45 per cento dei farmaci che vengono erogate "perdita" presunta per il settore, che ha aggiunto che nel corso degli ultimi due anni è stato un calo dell'occupazione del 10 per cento a causa della sua situazione, in cui "è stata la generazione di" posti di lavoro.

Gonzalez Bosch ha ribadito che i prezzi dei farmaci in Spagna sono "ridicole" fare "quasi impossibile mantenere la redditività del servizio farmaceutico", e ha aggiunto le tasse che pagano farmacie e non pagati dal governo.

Ha riconosciuto che il co-pagamento, che si applica dal 1 ° luglio, è stato un "sano" e "ragionevole" misura "positivo" e ha anche evidenziato l'esclusione, dallo scorso sabato, disturbi 417 farmaci minori sistema sanitario nazionale.

"E 'stato necessario in quanto avevamo raggiunto una situazione impossibile," ha insistito Gonzalez Bosch, che ha ricordato che fino a quando l'attuazione di queste misure il paziente ha contribuito solo il 5 per cento del prezzo del farmaco, che "non ha eguali in Europa."

Anche se ha lamentato che alcune farmacie e la situazione è "irreversibile", considerati ancora risolto se applicare le misure necessarie che l'amministrazione "sa" che sono "importante" per il settore.

González Bosch ha rilevato che la situazione attuale del settore deve "risolvere" l'Amministrazione, che ha la capacità di "intervenire", anche se la questione se si vede "uscita" con il ministro Ana Mato risposto: "Non mi fido o diffido".

Letture Consigliate