Alimenti appositamente formulati per neonati, dovrei dare loro?

Sul mercato ci sono un sacco di alimentare formulato soprattutto per bambini Che vanno dai prodotti lattiero-caseari, come yogurt, al cibo tipico bambino, ai dolci come i biscotti o cereali. Tutti loro, tranne che per il latte artificiale, quando non è possibile l'allattamento al seno, Evitare per quanto possibile, perché di solito si è alimenti trasformati di solito hanno nella loro composizione elevate quantità di zuccheri aggiunti, miele, dolcificanti, o sale.

"Se un prodotto è rivolto a bambini, con forme divertenti e presentazioni, non lo rendono adatto per i bambini. Purtroppo, non quando sono sostenuti dalle società pediatriche ", dice il pediatra Gloria Colli.

"Qualsiasi prodotti lattiero-caseari, la farina (o fatto con, come i biscotti prodotti), preparato tipo potito, con aggiunta di zucchero, qualsiasi salsiccia, e certo conservato, non sono raccomandati", il pediatra Carlos Casabona, autore di Si sceglie quello che si mangia Il che si rammarica che coperto dalla normativa vigente ", i fabbricanti di prodotti per bambini per fare pubblicità sul loro imballaggio alcuni dei suoi preparato Essi possono essere offerti da quattro mesi ".

Gloria Colli, nel frattempo, spiega che nel caso di potitos "Potrebbe essere una scelta casuale per mangiare fuori, ma è preferibile cibo quotidiano fatto in casa".Ricorda il pediatra, l'obiettivo di alimentazione complementare non avviene solo per diversificare la dieta, ma anche per il bambino "si abitua ai sapori del cibo che si mangia il resto della famiglia."

Per raggiungere questo obiettivo, il prodotti alternativi formulati appositamente per i bambini avrebbe, secondo Casabona, per "vero cibo, cibo fatto in casa con frutta, verdura, legumi, cereali integrali, noci tritate, uova -entero non devono essere somministrati fino a carne bianca Yearbook a partire dal 6-7 mesi dovrebbero andare incorporando nuovi alimenti gradualmente e in quantità adeguate, adattandosi allo sviluppo neurologico e motorio del bambino, senza un ordine stabilito come è avvenuto qualche anno fa. "