Maternità surrogata salta al dibattito politico e sociale senza alcun segno di accordo

EFE / MADRID / ADAYA GONZÄLEZ Giovedi 2017/09/02

Maternità surrogata è scoppiata di sorpresa in questi giorni nel dibattito politico e sociale senza che vi sia un consenso anche all'interno dello stesso partito, e mentre ci sono coloro che rifiutano a titolo definitivo, altri richiedono regolamentazione urgente e un terzo invito a riflessione in profondità

Altre notizie
  • Maternità surrogata e la maternità surrogata: Che cosa ne pensi? (I)
  • Maternità surrogata e la maternità surrogata: Che cosa ne pensi? (II)

Quello che sembra è che la questione verrà al Congresso, come promesso dal presidente del I cittadini Albert Rivera, che crede che "la giustizia" fare "quello che fanno bene negli Stati Uniti e in Canada", che a sua volta è regolato.

Una posizione che si scontra con la PSOE Che lo respinge, come la maggior parte delle associazioni di donne, mentre noi sosteniamo una profonda dibattito sociale alle discrepanze sollevate da, come il Federación Estatal de Lesbianas (FELGTB).

Il dibattito che è sorto a fine gennaio, José Luis García Martín, elettore di PP Siviglia a XVIII Congresso Nazionale del partito che comincia domani, presenterà un emendamento alla carta sociale per includere un nuovo articolo per l'attuazione di una legge sulla maternità surrogata in Spagna.

Nacque così una polemica che non includesse in linea di principio che la presentazione sociale, coordinata dal vice segretario di Settoriale, Javier Maroto, e arriverà in vita senza base al conclave popolare il Sabato.

I suoi sostenitori stanno scommettendo su una formula per evitare in ogni momento la considerazione economica per la gravidanza e sono convinto che sia un modo per promuovere la nascita in piena crisi demografica in Spagna.

Per contro, gli avversari sono completamente e ripudiano la gravidanza surrogata e qualsiasi variante, senza vie di mezzo.

Il PSOE, la postura è comune e già hanno reso leader pubblici come Assistente Segretario del gruppo parlamentare socialista al Congresso, Marisol Pérez, che pensa che la maternità surrogata non è altro che un eufemismo.

"Siamo in un'epoca di eufemismi e ci piace utilizzare, ad esempio la maternità surrogata, quando in realtà quello che significa è che qualcuno ci fa un figlio", ha detto recentemente.

Lo stesso pensano diverse piattaforme della società civile "non sono vasi" fatte di associazioni come il Fondazione Donne Chi credono che "il desiderio di essere genitori-madri e l'esercizio della libertà non implica alcun diritto di avere figli."

Quindi, come descritto nel suo manifesto, sono radicalmente in contrasto con "l'uso dei ventre delle donne per la gravidanza", che si sono usati come "wrapper" o "le loro capacità riproduttive" vengono acquistati.

Mentre in Possiamo Portavoce per l'uguaglianza, Sofía Castañón, ha detto a Efe che la sua posizione è quella del "dibattito" che deve essere affrontato attraverso la raccolta di parere della società nel suo complesso e dei movimenti femministi, dove non c'è una posizione unanime .

Castanon ritiene che il caso è entrato nella mischia precipitosamente quando è così difficile da risolvere "categoricamente" a causa della sua complessità, in quanto è da un lato, di "libera disposizione dei corpi delle donne" e, dall'altro, una situazione di "sfruttamento diseguaglianza di genere esiste".

"Chiedi ad un azione istituzionale non misura il termometro della popolazione, ma dimostra che è legiferare a soffiare molto certe ideologie", egli critica.

Qualcosa di simile accade nel FELGTB in cui i punti di vista contrastanti di sue associazioni lo ha portato a non essere "né a favore né contro", ma per difendere un dibattito "tranquillo, profondo" e "più razionale possibile" a non risparmiare delle tante sensibilità coinvolte, secondo Efe ha detto il suo presidente, Jesús Generelo.

Quello che rivendico è il diritto dei bambini nati da questa procedura non stare in "limbo" e hanno un programma di affiliazione.

La questione ha anche la Chiesa, in modo che il Cardinale Arcivescovo emerito di Barcellona Lluís Martínez Sistach Si è detto che è "molto delicata" e che si dovrebbe andare con "molta attenzione" in tutte le questioni relative alla vita umana, insistendo che "molto importante" che è oggetto della bioetica.

Letture Consigliate