Bioterapia raggiunge l'avanzata cancro del collo dell'utero.

MADRID / EFE / ANA SOTERAS Martedì 2016/11/29

La terapia biologica o di destinazione, uno che come un missile attacca direttamente il tumore, è ora disponibile in Spagna per i pazienti con recidiva o della cervice metastatico che finora solo hanno ricevuto chemioterapia e la radioterapia come trattamento standard

cancro.

Altre notizie

  • Il cancro cervicale provoca 800 morti l'anno e 4 su 10 rilevati in ritardo
  • Nuovi progressi nella immunoterapia per il cancro del collo dell'utero e il melanoma

Questo è il bevacizumab anticorpo monoclonale (commercializzato come Avastin da Roche) che è stato approvato dal Ministero della Salute per l'uso in Spagna, in combinazione con la chemioterapia, che è già una realtà nel trattamento dei tumori del polmone, della mammella, del rene , dell'ovaio e del colon-retto.

Questa nuova indicazione per collo dell'utero, è stato presentato oggi dal Dott Ana Oaknin, di Oncologia dell'Ospedale Vall d'Hebron di Barcellona; Lucas minig, capo di Ginecologia Oncologia Fondazione Istituto Valenciano, e medico da Roche, Annarita Gabriele.

Questa terapia biologica somministrato con la chemioterapia, ha mostrato un rischio del 30% di morte per una sopravvivenza media di 12 a 17 mesi.

"Anche se sono soli quattro mesi, è un momento di impatto notevole nella vita dei pazienti", afferma Dr Oakin, vice presidente del gruppo di ricerca spagnolo sul cancro ovarico (GEICO).

Ma questo periodo si allunga la sopravvivenza globale, dal momento che circa il 20% dei pazienti sopravvive dopo cinquanta mesi e può condurre una vita normale e di qualità, secondo le analisi ancora in corso.

Bevacizumab è un farmaco che attacca l'angiogenesi, il processo con cui il tumore induce la creazione di nuovi vasi sanguigni che consentono di crescere e mangimi. E il tumore del collo dell'utero è associato con intensa angiogénisis tumore dall'inizio delle cellule maligne.

Il cancro della cervice e HPV

Il cancro cervicale colpisce le donne tra i 35 ei 50 anni e in Spagna ogni anno vengono rilevati più di 2.500 casi. 99% dei casi è dovuto ad un ritardo conseguenza di Infezione da papillomavirus umano (HPV).

Tuttavia, spiega il dottor minig, infezione da HPV è necessario per questo tipo di cancro ma insufficiente dal momento che sono necessari altri fattori per il loro sviluppo, in particolare qualsiasi condizione immunosoppressiva del paziente causata da tabacco da fiuto, l'infezione con il virus dell'AIDS, l'infezione virus dell'epatite C, diabete non controllato o dopo il farmaco consegnato dopo un trapianto.

"Oggi, 8 su 10 donne sessualmente attive che camminano per la strada sarà infettato da virus del papilloma ad un certo punto della loro vita", dice lo specialista.

Ma questo non significa che tutte le donne infette è un malato, perché il 95% si eliminerà spontaneamente nei prossimi tre anni grazie al vostro sistema immunitario e solo una piccola minoranza presenterà lesioni precancerose del 50% sarebbe evolvere in cancro in un decennio.

In Spagna, il 40% dei casi di cancro cervicale sono diagnosticati in fase iniziale, con la chirurgia come la migliore strategia e la sopravvivenza tasso terapeutica del 90% a cinque anni.

L'altro 60% viene diagnosticato in fase avanzata, radioterapia e chemioterapia di trattamento, e la sopravvivenza inferiore al 45% a cinque anni.

Il cancro della cervice appare se la donna non subisce esami ginecologici regolari o prove, come la citologia, comportano un tasso di errore.

"Citologia ha i suoi limiti. cellule dalla superficie esterna della cervice sono raschiati ma se il cancro è in crescita in potrebbero non essere rilevati. Se cresce fuori viene rilevato con un semplice speculum ", spiega il capo della ginecologia presso l'Istituto Valenciano di Oncologia.

Un cancro che non sempre faccia. "I sintomi appaiono talvolta, aggiunge, e il principale è il sanguinamento che è solitamente mascherato" con cicli mestruali delle donne.

E 'in questo gruppo di cancro avanzato ad alto rischio di recidiva, dove non avevano sperimentato grandi progressi terapeutici al di là di "benefici modesti" forniti dalle diverse chemioterapie e perché l'impatto di nuovi farmaci sulla sopravvivenza "è necessario metastatico o recidiva di malattia, dice il dottor Lucas minig.

Il cancro della cervice può essere prevenuto con la diagnosi precoce (striscio). Ma si può anche fare una tipizzazione virale e vaccinati, come affermato in Spagna, ragazze di età compresa da 12 a 14 anni.

HPV è una grande famiglia di circa cento distinti sottotipi di basso e ad alto rischio. Durante la digitazione è un sottotipo virale che è determinato e se è ad alto rischio può determinare il rischio di sviluppare il cancro della cervice uterina.

Il direttore medico della Roche ha sottolineato il contributo "chiave" di Spagna per rendere Avastin nella prima terapia biologica per il cancro del collo dell'utero è l'unico paese europeo che ha partecipato, attraverso GEICO, il gruppo di ricerca indipendente americano Gynecologic Oncology sette ospedali e 18 pazienti.

L'immunoterapia per il cancro uterino

Se terapie biologiche o di destinazione hanno raggiunto il cancro uterino, anche immunoterapia (farmaci che stimolano il sistema immunitario per combattere il cancro) è in fase di sperimentazione in questo tipo di tumore, dopo già una realtà nel polmone, melanomi o rene.

Proprio l'immunoterapia è una strada di ricerca dal momento che la stragrande maggioranza delle donne che si infettano con HPV sviluppano il cancro perché il virus è stato in grado di ingannare il sistema immunitario e rende impossibile per distruggere le cellule infette.

VP di GEICO spiega che si sta lavorando in due modi: uno, con i vaccini modificati che stimolano il sistema immunitario di combattere contro le cellule infette, e un altro di nuovi farmaci come atezolizumab (inibitore della proteina PD1 Roche) per incorporare trattamenti in studi clinici per verificare che migliorare i risultati.

Letture Consigliate