I bambini a basso reddito, aumento del rischio di obesità

Bruxelles / efe Lunedi 2017/02/13

status socio-economico ha un "effetto grande" sui tassi di sovrappeso e obesità nell'infanzia, secondo uno studio pubblicato dall'organizzazione iFamily che analizza la situazione dei 16 milioni di bambini in otto paesi europei, tra cui la Spagna. I bambini provenienti da famiglie svantaggiate "con più povera condizione sociale o di origine immigrata sono più colpite rispetto

gruppi più avvantaggiati.

Altre notizie

  • l'obesità infantile, pubblico vera crisi
  • salute. OMS mette in guardia contro il crescente numero di bambini
  • l'obesità.

Nel caso della Spagna, il tasso varia di cinque punti percentuali, con il 19% dei bambini affetti in background socio-economico favorevole e il 24% nel caso di famiglie a basso reddito.

Le tariffe variano ampiamente a seconda del paese, con il maggior numero di bambini italiani con meno risorse, il 40%, contro il 10% per i bambini più svantaggiati in Belgio.

Lo studio, frutto di un lavoro quinquennale finanziato dall'Unione Europea (UE), ha concluso che i bambini europei prendono troppi cibi ad alta densità energetica e una cattiva alimentazione sono molto più comuni nei bambini provenienti da famiglie a basso reddito e istruzione.

Si stabilisce anche un legame tra peso e ore di sonno, con un aumento del rischio per coloro che non dormono abbastanza, e analizza il tempo che i bambini dedicano all'attività fisica.

"Meno di un terzo dei bambini incontrano la linea guida di 60 minuti di esercizio fisico al giorno", dice una percentuale che varia dal 2% a Cipro al 34% in Belgio.

Si suggerisce anche che la progettazione di spazi pubblici e strutture di collegamento aperto nell'ambiente del bambino sono fondamentali per aumentare l'attività fisica.

Pertanto, l'organizzazione chiede ai governi europei di "agire" per combattere l'obesità infantile, così come dal punto di vista della promozione cibo sano nei mezzi di comunicazione.

"I bambini esposti alla pubblicità sono più sensibili al consumo di bibite e alimenti ricchi di grassi sovrappeso favorevole", dicono gli esperti.

Secondo il coordinatore dello studio, il professor presso l'Istituto Leibniz per Studi Epidemiologici, Wolfgang Ahrens, "molti aspetti devono essere affrontati per migliorare la salute dei bambini, ma le famiglie non può farlo da solo" in modo da "intervento pubblico è di vitale importanza per ridurre l'obesità. "

Letture Consigliate