Il cancro del colon: polipi, i principali precursori

MADRID / EFE / ANA SOTERAS Venerdì 2017/03/31

Alcuni tipi di polipi nel colon che crescono sono i precursori di oltre il 95% dei casi di cancro in questo organo. Il rischio sembra al confine 50 anni e potrebbe essere evitato con l'individuazione e la rimozione di queste lesioni precancerose. Un avvertimento da tenere a mente la Giornata mondiale per la prevenzione del cancro del colon

Altre notizie

  • Informazioni SEOM: prevenzione e di screening per il colon
  • cancro. Verità e si trova circa il cancro del colon

Il Il cancro del colon o del colon-retto è proprio il tumore più frequente diagnosticati in Spagna, con 41,441 casi nel 2015, secondo la Società Spagnola di Oncologia Medica (SEOM). Sia gli uomini e le donne è il secondo tumore più comune dopo della prostata e della mammella.

Nonostante la frequenza, si tratta di un tumore la cui sopravvivenza è raddoppiata negli ultimi 20 anni. Inoltre, le analisi retrospettive hanno mostrato tassi di sopravvivenza a cinque anni dopo l'intervento chirurgico di metastasi fino al 70% "una pietra miliare e un importante passo avanti", considerano questa società scientifica.

Ma ancora più di 15.000 persone muoiono ogni anno in Spagna a causa del grosso intestino e del retto, secondo SEOM 2014, anche se la tendenza è in diminuzione.

Un tasso di mortalità potrebbe cadere ancora di più se si prende in considerazione la storia familiare, altri fattori di rischio, e ci sometiéramos dopo 50 anni di programmi di screening, come la prova fecale test del sangue occulto e la colonscopia, importante per la diagnosi precoce.

Ma la prevenzione passa anche attraverso una dieta equilibrata ricca di frutta, verdura e cibi ricchi di fibre e basso contenuto di grassi; ridurre tabacco e alcol; il mantenimento di un peso corporeo normale e di esercitare regolarmente.

Perché i polipi del colon?

I polipi appaiono nella mucosa del colon da una combinazione di fattori quali lo stile di vita, compreso il cibo. Ma l'origine è in un guasto nel meccanismo di rigenerazione della cella non autodistruzione al termine della loro vita (apoptosi o morte cellulare programmata), che provoca un aumento incontrollato cellule. Lo stesso processo che genera neoplasie.

I polipi basta dare sintomi. Né crescono e si sviluppano in cancro. La spia dovrebbe accendersi se si verificano cambiamenti nelle abitudini intestinali, dolori addominali e sanguinamento.

"Sappiamo che i polipi prendono su dieci anni degenerare in cancro. Per questo motivo, se una colonscopia non trovato nulla, intervalli di 5 a 10 anni per i controlli segnano i parametri ", afferma Dr Andrés Sánchez Yagüe, uno specialista in digestivo pubblico Ospedale Costa del Sol a Marbella ( Málaga).

Tipi di polipi

Ma non tutti i polipi finiscono per degenerare in tumori maligni, solo il 5% di loro. Ma è vero che la piccola percentuale è il precursore di oltre il 95% dei casi di cancro nell'intestino crasso. Tutto dipende dal tipo che è

  • Infiammatori Non v'è alcun rischio di cancro e la causa può essere un po 'ulcera.
  • Iperplastica Né degenerare in cancro.
  • Adenomi Il più comune e la più probabilità di diventare maligna. Diversi sottotipi: tubolare, villosi e tubulo-villoso.
  • Seghettata Meno comune, ma anche a rischio di diventare cancro.

A seconda di come la crescita possa essere classificato come

  • Peduncolo E 'a forma di gambo del fungo con meno rischi di degenerare in cancro.
  • Sessili Stemless ma ha un'implementazione di base, come una verruca.
  • Plano e anche depresso (in): un alto rischio di essere cancerogeno ed è l'estrazione più complicato con endoscopia.

dimensioni polipo influenza anche il rischio di degenerare in cancro, sessile o peduncolata tipo deve essere maggiore di un centimetro per condurre al cancro, mentre un aereo pochi millimetri possono già essere.

Polipi vengono rilevati ed estratti con colonscopia, un sistema di imaging e la terapia in cui l'endoscopio viaggia attraverso il contatore e l'intestino crasso richiede pulizia intestinale prima e di solito è fatto con sedazione.

Il cancro del colon e dei suoi fattori di rischio

Il cancro del colon più comune è, nel 90% dei casi, adenocarcinoma originari delle ghiandole, mentre linfomi, sarcomi e melanomi sono più rari, secondo SEOM.

I principali test di screening per precancerosa polipi e tumori sono il sangue test di individuazione nelle feci e la colonscopia.

"Tuttavia, questo screening in Spagna è in una situazione di disparità, in quanto la copertura del programma varia a seconda delle Comunità autonome. Alcuni sono anche la copertura quasi al 100% e altri hanno programma di screening poca o nessuna copertura ", denuncia l'Associazione Spagnola contro il cancro chiedendo questo test è implementato in tutto il territorio nazionale.

Il principale fattore di rischio per il cancro del colon è l'età, nella gamma di 50. "Negli studi hanno dimostrato che da quell'età inizia ad aumentare la presenza di polipi che possono evolvere in cancro e che è perché che i fallimenti delle cellule si accumulano ", afferma Dr Sánchez Yagüe, capo del comitato di comunicazione della Fondazione spagnola di Gastroenterologia (FEAD).

La storia familiare è un altro fattore di rischio per entrambi i tumori generati da polipi (oltre il 95%), così come quelle sindromi ereditarie non poliposi (meno del 5%) sono a causa di alcune mutazioni genetiche che sono passati dai genitori ai i bambini, come la sindrome di Lynch.

In entrambi i casi il FEAD consiglia:

I progressi nel trattamento del tumore del colon

Il trattamento del cancro del colon, come è avvenuto in altri tumori, è stato un importante passo avanti negli ultimi venti anni. Si tratta di un tumore che risponde positivamente alla chirurgia con la chemioterapia ed è anche sensibile alle terapie biologiche, in combinazione con la chemioterapia, che permettono di pre-selezionare i pazienti sulla base di mutazioni genetiche, dice Aitana Calvo, segretario scientifico SEOM.

Questi trattamenti includono anticorpi anti-angiogenici bersaglio monoclonali (che inibiscono la formazione di vasi tumorali bisogno di crescere) e altre alterazioni genetiche mirate quali EGFR.

Immunoterapia o stimolazione immunitaria per combattere il tumore, una strategia terapeutica che è già una realtà nel melanoma o del polmone, non è ancora stato dimostrato efficace nel sistema di cancro colorettale.

"Sembra che, per il momento, questo tumore non è sensibile, tranne che in un sottogruppo di pazienti con instabilità microsatellite (meno del 5% di tutti i casi) e sono resistenti alla chemioterapia. Hanno una prognosi peggiore, ma sembra che stanno mostrando maggiore sensibilità alla immunoterapia ", ha detto l'oncologo SEOM Hospital Gregorio Marañón e Madrid.

Letture Consigliate