Dr. Pau Pérez-vendite

la torture psicologiche che non lascia segni fisici visibile ancora una pratica comune in quasi tutti, compresi i paesi democratici, anche se i limiti della sua definizione tendono a svanire e confondersi in certe situazioni, a cui si aggiunge la difficoltà di determinare o quantificare le sue conseguenze. Il Dr. Pau Pérez-vendite Psichiatra presso l'Ospedale Universitario La Paz, Madrid, un esperto in psicoterapia e traumi complessi, l'OMS consulente, e presidente della Sezione di conseguenze psicologiche di tortura della World Psychiatric Association, ha appena pubblicato il libro tortura psicologica (definizione, valutazione e misure) (Editorial Desclée de Brouwer, 2017). Dr. Pérez-vendite, specializzata nel trattamento di vittime di tale violenza, e serve anche come un esperto di diritti umani in tribunali nazionali e internazionali, parla del concetto di tortura in -in società di oggi troviamo diversi ambienti' tortura'-, profilo psicologico abusante e torturatore, e il danno che può causare misure anti-immigrazione, come il decreto del Donald Trump Nel campo delle istituzioni internazionali al fine di garantire la solidarietà e dei diritti umani.

Nelle parole del filosofo Jean Améry, citate nel libro, "La tortura è l'evento più atroce che un essere umano può tenere dentro". E 'possibile recuperare da sue conseguenze a livello psichico?

In realtà, potremmo guardare la cosa da due punti di vista, e uno è il proprio torture sofferenza individuale.In questo senso, ci sono persone che hanno vissuto esperienze terribili e tuttavia non ritengono di aver subito conseguenze. Per esempio, ho intervistato i sopravvissuti della dittatura cilena, o persone che sono state torturate in Uruguay per un lungo periodo di tempo, e quando si parla con loro ora si spiegare che questo era parte di una lotta sociale, una lotta politica, una situazione militanza, ed essi non considerano queste sequele. Invece, gli altri, dopo una breve detenzione, come di recente, quando c'è stata la maree, o le proteste sociali di questo genere, e hanno trascorso un paio d'ore alla stazione di polizia, e forse hanno sperimentato una situazione spiacevole, perché sono rimasti a lungo in piedi, o sono stati sottoposti a interrogatori più o meno dure, sono stati segnato psicologicamente per un lungo periodo di tempo. Cioè, v'è un elemento importante della soggettività. In generale, il tipo di pazienti frequento, che sono nella loro maggior parte dei sopravvissuti torture sono casi gravi con conseguenze a lungo termine, e in alcuni casi che possiamo fare è aiutarli a vivere con loro, ma in realtà non non sono mai superati.

Quali tipi di terapie o trattamenti può aiutare le persone che hanno subito torture psicologiche?

Per tali situazioni traumatiche estreme deve essere un momento in cui la persona si sente la necessità di ottenere il trattamento, e, talvolta, sono fatti così doloroso e così complicato che il tempo può richiedere più tempo per arrivare, e ci possono essere persone che per uno o due anni, o più, hanno incubi, dormire male, soffrire di attacchi di panico ... ma non voglio parlarne, e non è possibile effettuare una terapia al di là di un supporto molto semplice, e il trattamento di sintomi quali insonnia, e così via. Quando una persona decide o di capire che è il momento di sottoporsi a trattamento in generale il filo conduttore del trattamento è quello di capire cosa è successo e di dare un senso, e questo è fatto in psicoterapia.Cercando di capire la logica delle cose che sono successe, come i sintomi sono strumenti che la mente umana per cercare di affrontare il danno. E quando si capisce il motivo per cui si dispone di alcuni sintomi possono iniziare la ricerca di strategie per affrontarli. E questo è molto lungo processo perché si va lentamente scoprire perché e sta scoprendo che la logica in un processo di recupero della memoria, riflessione, e così via. Alcuni dei pazienti più complicati che vediamo sono quattro e cinque anni di trattamento. Altri meno, naturalmente, ma in generale sono trattamenti complessi, perché non è facile ottenere tutto ciò è accaduto articolare modo coerente, cercare una logica e, da lì, insegnare loro ad andare affrontare i sintomi.

E voi, i terapeuti che si dedicano a trattamento di questi pazienti che sono stati danneggiati da altri, non è inoltre necessario terapia per far fronte alle cose terribili che vedono e sentono?

"Le torture quanto tale, abuso, non definita da una particolare tecnica, ma per una particolare modalità di interazione tra due persone, e come questa interazione priva una dignità e di controllo, e rende l'altro la avere e può invalidare l'identità della persona dominata a scapito della volontà del colpevole "

Beh, hai partendo citando Jean Améry, e lui nel suo libro, Al di là di colpa e l'espiazione Egli dice che ciò che veramente il fallimento della tortura non è il dolore fisico, ma la percezione di un altro essere umano per essere in grado di fare queste cose, in qualche modo come qualcuno può diventare un tipo di cosa che -Vi è una cosificación- si accusava dolore mentre qualcun altro sta applicando tecniche per causare che il dolore, poi andrà a casa a studiare Hegel o ascoltare sinfonie di Beethoven. La ripartizione della visione dell'essere umano, la ripartizione del nostro concetto di bontà, fiducia negli altri, la privacy, la sicurezza ... è davvero ciò che è molto difficile da ricostruire, perché non è poi così la persona che ha attraversato un danno un'esperienza estrema da un'altra persona improvvisamente vedere la vita di parte, ma ciò che si vede è la realtà delle cose, spesso gli altri non vedono perché non abbiamo avuto questo tipo di esperienza.Ma la realtà è che viviamo in un mondo in cui ci sono persone molto diverse, e ci sono persone da cui ci si può aspettare la gentilezza, e uno che non si può pretendere la gentilezza, e ci sono persone che ci si può fidare e non l'ho fatto, e si deve imparare a convivere con questa ambivalenza, accettando la complessità del reale.

In qualche modo lavorare con le vittime è un luogo di saggezza, e ho sempre vedere che la vittima è una saggezza e la conoscenza, se si desidera che dal negativo della realtà che altri non hanno, e un terapista impara un sacco di vittime . Quanta sofferenza e il dolore prende anche? Bene, bene, naturalmente, e direi che in gran parte è buono. Ho persone che studiano che vi dica il giorno in cui un paziente con pensieri suicidi dirà quello che passa per la testa, e in un freddo e analitico decidere se ammettere o non ammessi, che giorno forse deve prendere in considerazione un periodo di pausa, perché se si sposta qualcosa le sofferenze degli altri è che probabilmente stai diventando una medicina burocrate. Quello che dovete fare è avere una buona supervisione, ed ogni terapeuta che lavora con i pazienti complicati dovrebbe avere un monitoraggio dello spazio con i colleghi, con gli altri, in cui esternare le emozioni vissute e in grado di capire il motivo per cui un paziente sta causando certi sentimenti, e ciò che questo comporta in termini di come devo lavorare con le mie cose che hanno a che fare così, e come devo lavorare con altri pazienti. E 'vero che molte delle persone che hanno lavorato molti anni per esempio con le vittime di tortura, con le persone in cerca di asilo e rifugio, e così, dopo un certo tempo dire 'ho bisogno di scollegare o dedicarsi ad altre questioni', perché se è vero si verifica che l'usura.

Maltratador profilo e profilo psicologico torturatore

Tendiamo a pensare che qualcuno in grado di commettere un delitto, come, in questo caso, tortura psicologica deve avere un disturbo mentale. Qual è il profilo psicologico di un violento? Quali caratteristiche definiscono queste persone?

Sono cose diverse. Una cosa è il profilo psicologico di un violento, e un altro è un profilo di un torturatore. Un torturatore in linea di principio, e dal loro punto di vista, è un professionista che utilizza una serie di tecniche che hai imparato e sono impostati per raggiungere gli obiettivi specifici della persona che torturano, che hanno a che fare con senso di colpa, con la confessione , con la punizione, e così via. E in generale si tratta di un profilo molto razionale persona, e di agire in un modo piuttosto freddo. Fino a che punto è uno psicopatico o fino a che punto è un sadico? Forse perché molto meno di quanto pensiamo. Ci sono molti studi su autori, e quello che mostrano è che, in generale, anche se un componente psicopatica, lo psicopatico in quanto tale, o il sadico, non qualcuno che è di interesse per la polizia o le forze di sicurezza, perché finisce causando più male che bene, ed è un individuo incontrollabile.

Per quanto riguarda l'aggressore psicologico, è essenzialmente una persona che si muove attraverso una serie di principi, tra cui tutto ciò che mette il suo piacere più di altri, e una delle cose che il piacere provoca è la sensazione di potere e si sentono controllo. Mentre un'efficienza premio torturatore, un violentatore psicologica senso grezzo di potere e di controllo sugli altri. E in questo senso di potenza e controllo tutto è giustificato. Si è giustificato ricatto emotivo, dando la colpa, è la manipolazione della realtà giustificato, le informazioni media ..., tutte le tecniche che descriviamo nel libro di tortura psicologica, e in ultima analisi, ciò che permette che la persona è di avere la sensazione di dominare altro.Così spesso ciò che diciamo è che la tortura come i maltrattamenti, non definita da una particolare tecnica che si candelabri, ma da una certa modalità di interazione, un'interazione tra due persone, e come questo interazione priva uno di dignità e di controllo, e rende l'altro e può avere l'identità anello della persona dominata a scapito della volontà del colpevole.

In uno dei capitoli citati marcatori biologici di tortura psicologica. C'è un modo per verificare o di quantificare il danno inflitto a una persona?

"Alcuni ricercatori cercano marcatori (diverse forme di tronchi elettrici e di imaging) per identificare i postumi di tortura, ma è complicato perché sono generalmente aspecifici ad eventi traumatici gravi"

Stanno facendo molti tentativi per cercare i segnalibri, soprattutto perché la tortura si verifica quasi sempre in luoghi dove non ci sono testimoni, e quindi è difficile stabilire, e anche la tortura contemporanea non è una tortura di percosse e lesioni a causa una società democratica non tollera che qualcuno con un braccio rotto in una stazione di polizia, e quindi la tortura sono sempre più psicologica e trattare con gli elementi che non lasciano alcun segno fisico. Ci sono gruppi di ricerca stanno lavorando su marcatori trovare, utilizzando una risonanza magnetica nucleare, e varie forme di tronchi elettrici e registri di immagini che identificano le conseguenze di tortura. Ma questo è complicato; è complicato perché i marcatori sono in generale sono non specifico per tutti gli eventi traumatici gravi, anche se si ipotizza che non ci sarebbe più o meno specifici torture-, e perché sono costosi e le procedure ospedaliere e non è un esperto di medicina legale può impiegare di solito. Nella routine della vita di tutti i giorni, quando vogliamo documentare la credibilità di alcune denunce di tortura, abbiamo utilizzare altri strumenti -interviews, controllando le fonti, conferma ... - altre metodologie, perché marcatori biologici che ancora non hanno abbastanza forza per l'uso in questo contesto.

Ambienti tortura come definito

La presentazione delle note del libro che propone un 'tocco insolito nel modo di intendere la tortura: passando lo studio di metodi di tortura per ambienti di tortura'. Mi può dare qualche esempio di quegli ambienti torture a cui si riferisce?

"Anche se lo stato non è direttamente responsabile per il traffico, sì, non riesce a proteggere le donne vittime di tale violenza, e quindi il traffico è considerato tortura"

Il dibattito, ad esempio, è stato fatto nella società americana sul fatto che la tortura a Guantanamo, la tortura o no, ha a che fare con certe tecniche come annegamento -la waterboarding - e in che misura è tortura o non lo è. Quello che il libro dice è che tali dibattiti non hanno il senso concettuale minore, perché in realtà se continuiamo a parlare di Guantanamo e ammettere che quello che ci fanno è una serie di tecniche approvate dal governo, e credono che, non applicando loro attraversano la soglia della tortura e fra questi metodi stanno lasciando di dormire solo quattro ore al giorno, o assicurarsi che mangia una volta al giorno, o privando l'individuo di suoni per un certo periodo di tempo ... - quando analizziamo tecnica di arte può avere un senso, ma accade è i detenuti sono sottoposti a molte di queste cose in una volta, e l'impatto o l'effetto combinato di queste persone dormire solo quattro ore, mangiare solo una volta, di essere costantemente in discussione , essere sottoposto a freddo, o essere sottoposto a umiliazioni ... è ciò che li distrugge.

Se si guardano le situazioni di false confessioni-ci sono diversi studi su di esso, dove ci sono persone che sono stati condannati a lunghe, e in seguito da test del DNA o di altri elementi di prova è stato trovato di essere innocente, e che aveva reo confesso, anche molto gravi reati come l'uccisione dei propri figli; di analizzare le ragioni per cui questo accade, si osserva che v'è un accumulo di elementi che, considerati singolarmente non sarebbe così grave da non lasciarle molte ore senza mangiare, e che la persona ha un'ipoglicemia, -cosa poco sonno ostacola la loro capacità di attenzione e concentrazione, e ha anche chiesto una serie di domande confuse, in cui la persona può incorrere doppie negazioni, e in cui tutto ciò che dici ... solo accusando alla fine sono tutte le strategie che definiscono ciò che chiamiamo ambienti tortuoso Perché tu presi uno per uno vuol essere considerata come la tortura, ma insieme costituiscono tortura. Il libro non è quello di proporre una scala di ambienti di tortura in cui è possibile quantificare un ambiente è tortuoso. La definizione di tortura dice è quello di infliggere grave sofferenza fisica o psicologica, con l'intenzione di ..., e qui descrive una serie di intenzioni, come l'ottenimento di informazioni, punendo l'atteggiamento, ecc, e le Nazioni Unite ha ampliato lo spettro della forma a questo punto entriamo certe forme di violenza di genere sono considerati la tortura, e la definizione contemporanea questo deve avere un coinvolgimento da parte dello stato, o ci deve essere un abbandono del dovere di proteggere lo stato; per esempio, le vittime della tratta, lo Stato non è direttamente responsabile, ma non protegge queste donne vittime di tratta, e quindi il traffico è considerato tortura. Pertanto, l'intenzionalità è un elemento chiave nella definizione di tortura.

Il libro affronta anche nuove torture: il trattamento coercitivo nelle istituzioni sanitarie e la prostituzione forzata (tratta delle bianche). Questo significa che prima di questi comportamenti non sono stati considerati tortura?

La definizione ONU di torture mette quattro esempi che ho citato prima, e sono auto-incriminazione, le informazioni, l'umiliazione, o punizione; e per molti anni questo è stato preso per oro colato, come letterale, fino a quando il comitato per i diritti umani delle Nazioni Unite ha detto che era solo esempi, e che in effetti c'erano molte altre situazioni che potrebbero essere considerati tortura. Da qui, i diversi relatori in materia di tortura sono state Pubblicazione di relazioni che hanno ampliato a campi che non sono stati precedentemente considerati tortura; per esempio, nell'ultimo rapporto editor di Juan Méndez (circa dieci mesi), ha parlato di alcuni centri della droga-più di ispirazione religiosa che aveva visto nel Sud-Est asiatico (Cambogia, etc.) ha dovuto le persone contro la loro volontà, e si erano incatenati o legati al letto, e permettendo loro di spendere il ritiro senza alcun farmaco; e che era la tortura.E ha spiegato che le persone che gestivano le istituzioni religiose che hanno pensato che la sofferenza sarebbe la persona non ritorna ai farmaci, ma in realtà questo porta a trascurare dello Stato, che non conduce ispezioni di questi centri o accreditamenti appropriato e incorre abbandono di funzioni; Pertanto, questi pazienti sono vittime di torture, e lo Stato è responsabile per la loro situazione. contese salute, se usato come punitiva, sono forme di tortura, e non parla di contenimento di salute di un paziente disturbato che soffre di astinenza da alcol, e sperimentare un delirio, ma voglio dire, per esempio, un centro che hanno gli anziani, o le persone con disabilità intellettiva, e tenerli legati a problemi che non o non cadrà, invece di avere abbastanza personale per soddisfare loro. A Questo si chiama la tortura, e capire che gli operatori sanitari non dovrebbero sentirsi offesi da esso, ma per capire che in effetti, come gli operatori sanitari, che agisce per conto dello Stato, sono dipendenti pubblici, e quindi, naturalmente, possono commettere tortura.

Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) ha condannato il decreto anti-immigrazione del nuovo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, e ha definito "illegale" e "meschina". Che impatto pensi possa avere tali misure sui diritti umani?

"Le misure anti-immigrazione Presidente Trump può creare un precedente e dare un esempio di pericoloso, che può distruggere il quadro di protezione internazionale che fissa base minima di solidarietà tra le persone nel campo della violenza politica in contesti di guerra, qualcosa che ha generazioni laterali per costruire "

Essi sono, ovviamente, azioni illegali, ma gli Stati Uniti è sempre stata conosciuta per fare versioni sui generis della politica internazionale. C'è una definizione di tortura a livello internazionale che gli Stati Uniti non rispetta; E 'l'unico paese che ha garanzie ad hoc per la definizione di tortura, e che comprende i propri criteri. E, in generale sempre, nella maggior parte dei trattati internazionali, si sta guidando in questo modo. Pertanto, non è sorprendente che questo presidente che ama esporre questo tipo di atteggiamento verso tutto ciò che potrebbe suonare come la solidarietà, mantenere queste dichiarazioni. Ovviamente è illegale, e, ovviamente, che è non solidale, perché si parla di rifugiati; cioè è persone in fuga la guerra, che è a rischio nel loro paese di origine e che, pertanto, se ritornasse nel Paese, ha una elevata probabilità di morire. Ciò implica irresponsabile e una violazione della legge. Da un lato, stiamo dimenticando la storia e le guerre rappresentano, e stiamo sbattendo la porta a persone in fuga; e, in secondo luogo, è evidente che se la più grande economia del mondo, e un paese con una tradizione democratica come l'America fa questo, che cosa possiamo aspettarci farà Sud Africa con i rifugiati aventi da Zimbabwe, o di qualsiasi altro paese con cattive condizioni economiche e le loro conflitti interni, e riceve anche i rifugiati? Stiamo creando un precedente e dare un esempio pericoloso, ed è in grado di distruggere il quadro di protezione internazionale che fissa base minima di solidarietà tra le persone nel campo della violenza politica in contesti di guerra, che ha generazioni di costo costruire E in questo momento, se si rompe inizialmente non protetti e il caos le cui conseguenze sconosciute. Ho messo un esempio: un anno e mezzo fa il relatore speciale sulla tortura Juan Méndez visitato il Messico, e le sue conclusioni detto che la tortura era diffusa in quel paese, e non solo il traffico di droga, ma da criminali comuni e lo Stato.Il governo messicano non solo non ha sentito quello che ha detto, ma anche rilasciato una dichiarazione lo scherno e dicendo che le Nazioni Unite avevano polarizzato informazioni, e ha parlato di cose che non sapevo. E 'impensabile che un governo essere permesso di squalificare così un relatore contro la tortura, a parte il danno arrecato alla reputazione delle istituzioni internazionali, e assunse un atteggiamento di arroganza e disprezzo che lascia poche speranze per quello che potrebbe accadere i diritti umani in quel paese. Che rende il Messico e ha un impatto, ma l'impatto è piccolo; Se questo rende gli Stati Uniti avrà probabilmente un effetto boomerang e l'espansione, penso che sarà severamente sfidare le istituzioni internazionali.

Lavaggio del cervello rispetto al cambiamento radicale

identità.

Lei propone di sostituire il termine lavaggio del cervello dal radicale cambiamento di identità, che consiste nel manipolare una persona a cambiare la loro personalità e il loro mondo. Fa questo cambiamento rimane una volta che la vittima ha cessato di essere oggetto di minacce e pressioni che hanno causato?

"Una persona in condizioni estreme in grado di sviluppare una nuova identità, violenza adattivo esercitata su di esso, per cercare di sopravvivere"

no; cioè, solo la differenza è questa. L'idea di lavaggio del cervello, che è un equivoco degli anni '50, è che si può eliminare la propria identità e si mette uno nuovo, e che non è vero. Ciò che è possibile è che una persona in condizioni estreme sviluppare una nuova identità adattativa per la violenza esercitata su di esso per cercare di sopravvivere. Si tratta di una strategia di -Di personalità yo per sopravvivere, ma la tua vera identità è al di sotto, non è stato cancellato. Pertanto, che la personalità può riemergere, che non significa che è un processo immediato; a volte ci vuole tempo ed è necessario per ottenere la terapia.Per esempio penso che possa essere facilmente comprensibile: una persona oggetto di un rapporto di violenza psicologica all'interno della coppia può presentare comportamenti di presentazione, comportamenti adattativi, comportamenti che raccontano la vostra famiglia e gli amici " è che non è vero; quando con esso è un'altra persona completamente diversa. " Se questa persona è separata, e segue un certo processo, può naturalmente essere ancora una volta quello che era, perché la sua essenza non è scomparso, la sua personalità era al di sotto, quello che succede è che, in questo particolare contesto, questa relazione tossica, aveva stato accantonato a cedere il passo ad un altro modo di lavorare, che gli ha permesso di sopravvivere alla violenza che stava soffrendo.

Questo è più complicata nel caso di un bambino, giusto?

Beh, se un bambino è completamente diversa, perché quello di cui stiamo parlando non è l'identità costituito. Identità come tale iniziato formando dalla nascita, e consolidata nell'adolescenza. E tutti gli eventi avversi di questo tipo si verificano durante l'adolescenza o prima dell'adolescenza, che causa è un caos di identità, e le persone in generale hanno problemi psicologici o psichiatrici causati da non sapere chi sono nella vita, e che vanno da molto diversi, modi molto radicali di funzionamento, e instabilità emotiva, ha a che fare proprio con che nei primi mesi del infanzia era modelli di collegarsi con le persone che hanno dovuto servire come modelli che erano instabili, che stavano cambiando, o erano di dominio, e così via. Quindi è chiaro che un bambino sottoposto alla prostituzione minorile, o sottoposto ad un rapporto di abuso sessuale violento, la situazione lascia un segno per tutta la vita.

Letture Consigliate