Enriqueta Felip, pioniere della ESMO Award per le donne in oncologia

EFE / MADRID / Maria MILÁN Martes 2015/10/06

Anche se il premio l'ha ricevuto per il suo ruolo di donna in oncologia, Dr. Enriqueta Felip è convinto che la lotta contro il cancro non conosce genere, che entrambi devono lavorare per far avanzare e che le donne salire a posizioni più è già raggiungendo alta

Altre notizie

  • Dr. Tabernero presiedere l'European Society for Medical Oncology (ESMO) a 2018/19
  • Nuovi modi per finanziare trattamenti innovativi, sfida oncologia di

"Credo sinceramente che le sfide sono le stesse di quelle degli uomini", ha detto Enriqueta Felip sopra la ricezione del I Donne premio in Oncologia della Società Europea di Oncologia Medica (ESMO) e lui ha successivamente ripetuto EFEsalud.

Essere proattivi, scrivendo i protocolli e fare networking sono alcuni degli sforzi che il capo del Toracica Unità Tumori dell'Ospedale Vall d'Hebron di Barcellona sta per uomini e donne.

Domenica 27 settembre e Vienna come sfondo, Enriqueta Felip ha ricevuto il premio alla European Cancer Conference (ECC). "Ho ricevuto il premio in avanti perché si cerca di dare visibilità alle donne", dice il dottore.

Sebbene non vi sia ancora l'uguaglianza numerica in posizioni di rilievo, "può essere perché si tratta di un giovane specialità", oncologo ricorda che la presidenza della American Society of Clinical Oncology (ASCO) e della Società Spagnola di Oncologia Medica (SEOM) cade due donne.

Enriqueta Felip ha un chiaro impegno: "Si dovrebbe andare verso posizioni di leadership uguali, ma nel corso degli anni e l'inserimento delle donne sono molto vicini."

I giovani che accedono oncologia, medico consiglia loro di "lavorare insieme, studio, rotazioni esterne, l'analisi e la pubblicazione, ci sono molte opportunità accademiche".

Per le nuove generazioni continuano il percorso come esperti Felip hanno già iniziato, mentoring è importante. Per questo esperto, era: "Io personalmente ho sempre avuto il sostegno di persone con cui ho lavorato e non ho mai sentito diverso su questioni di genere".

Le sfide di oncologia e il cancro ai polmoni

Con Dr. Felip anche discutiamo le sfide di oncologia in generale, ma anche una delle sue specialità: il cancro del polmone.

"In Spagna c'è un livello in cui i pazienti decidono i migliori trattamenti possibili. Stiamo vedendo i frutti nella ricerca sul cancro, "ammette oncologo orgoglioso.

La sfida, quindi, è quello di mantenere e continuare quel livello dà la Spagna un posto importante nel oncologia globale.

Per quanto riguarda il cancro del polmone, la sfida principale non è altro che il tabacco da fiuto, "politiche antifumo che possono essere fatte sono pochi".

Tuttavia, il dottor Felip mette in evidenza i progressi negli ultimi cinque anni, uno dei tumori più letali, "sono stati identificati sottotipi distinti, trattamenti personalizzati e immunoterapia avranno un ruolo. E 'solo una zona in cui i tumori ultimi anni ci sono stati progressi che sono rilevanti".

Letture Consigliate