Infiammatori malattie reumatiche: 50% hanno difficoltà ad avere rapporti sessuali

MADRID / EFE / ROSA GALLARDO Martedì 2017/06/06

malattie reumatiche infiammatorie sono croniche e colpiscono per lo più giovani donne in età fertile. 50% di confessare colpiti che non mantengono un rapporto sessuale soddisfacente a causa della sua malattia, non trattare con il vostro reumatologo. Inoltre, molti dubbi che si presentano, "posso mai avere figli?, Soffrire epidemie durante la gravidanza? Come la malattia influenzerà il mio rapporto?

Altre notizie

  • Dieci miti sul reumatiche
  • malattie. La mancanza di libido femminile può essere risolto

Le donne con malattie reumatiche infiammatorie croniche come è il caso di artrite reumatoide, spondilite anchilosante o artrite psoriasica hanno grandi dubbi sul futuro della loro famiglia.

Queste malattie infiammatorie muscolo-scheletriche del sistema immunitario possono diminuire la qualità della vita dei pazienti e la loro I sintomi più comuni Essi sono: l'infiammazione, dolore e rigidità. Il 80% delle persone colpite sono giovani donne in età fertile, affrontando quindi aspetti quali la pianificazione familiare e la sessualità è cruciale nel corso delle consultazioni.

Gli studi mostrano che circa 50% dei pazienti in tali malattie non possono mantenere soddisfacente sesso. . Si tratta di un problema che ha una soluzione, ma non affrontato nel corso delle consultazioni di reumatologi e, infine, scegliere di rinunciare alla loro sessualità.

"Avere un malattia reumatica. Ciò non significa rinunciare a una vita sessuale soddisfacente Dovete parlare con il reumatologo e la coppia di rilassarsi e adattare ciò che è necessario. La sessualità è parte della qualità della vita delle persone e non abbiamo alcuna ragione per rinunciarvi se abbiamo opzioni che ci permettono di rimanere sessualmente attivi ", dice Leticia Leon, uno psicologo presso l'Istituto per la Ricerca Sanitaria Ospedale San Carlos.

malattie reumatiche infiammatorie: Posso avere figli?

Dr Cristina Sobrino Un reumatologo presso l'Università Hospital Ramón y Cajal, fa eco uno studio condotto in ospedale in cui 108 pazienti tra i 17 ei 47 anni hanno partecipato con diagnosi di artropatia e obiettivi infiammatoria, la pianificazione familiare di questi pazienti è fatto.

Il 70% delle donne Ha detto che la diagnosi Ha cambiato i loro parenti piani. , Principalmente a causa di fattori quali attività di malattia e trattamenti ricevuti Lo studio rivela che 3 pazienti su 4 Assicura che la malattia ha colpito direttamente il loro futuro pianificazione familiare.

"È interessante notare che di tutte le donne che hanno partecipato allo studio, la Il 40% ha affermato di aver sollevato hanno figli prima di subire la malattia, ma solo il 20% ha avuto una gravidanza dopo la diagnosi. Questo è un esempio di come la malattia colpisce la pianificazione familiare i nostri pazienti, che per le donne in età fertile è un aspetto molto importante. Attualmente, abbiamo trattamenti hanno notevolmente migliorato la prognosi e la gravità di queste malattie, ma nonostante questo molti continuano ad avere meno figli di quanto desiderato ", spiega il Dr Sobrino.

Nella consultazione, normalizzare tutti

I due esperti concordano sul fatto che ci sia un mancanza di informazioni, Spesso i pazienti stessi sono auto-imposti. incoraggia pertanto il reumatologo di mettere questi problemi sul tavolo sin dall'inizio della diagnosi, in modo che le donne possono prendere decisioni più consapevoli e libere.

"Dobbiamo aprire la porta alla nascita di questi le questioni in consultazione naturalmente di fluire la comunicazione con il reumatologo e entrare in empatia con i pazienti ", afferma Dr Leone.

"E 'essenziale non trascurare tutti questi problemi, chiedere ogni aspettative del paziente di essere una madre e spiegare chiaramente i dettagli della sua malattia e trattamenti, e evitare di paure e preoccupazioni inutili, e facilitare la pianificazione familiare per le donne che lo vogliono ", conclude il Dr Sobrino.