Panga, il controverso basso costo pesce.

la il consumo di panga è stato girato in pochi anni per diversi motivi: un pesce senza spine, con poco gusto "pesce" molto economico e conveniente durante la crisi economica. Forse per questo motivo, e secondo i dati della FAO per il 2014 (l'ultimo disponibile), la produzione mondiale di pesce è aumentato da 23.310 nel 2006 a 385,737 tonnellate nel 2014. tonnellate 1600%.

Anche nel 2014 sono i dati del Ministero delle politiche agricole, alimentari e ambiente evidenziando che la Spagna le importazioni di panga hanno rappresentato il 23% delle importazioni di pesce bianco, solo dietro il nasello (41%) e il merluzzo ( 24%). E la Spagna consuma il 21% di tutto il panga importata in Europa dai tempi del Vietnam, che dà un'idea della domanda nel nostro paese.

La cattiva reputazione di panga

Tuttavia, il panga e disdicevole Sono tornati agli onori della cronaca dei media il 1 ° febbraio, quando Carrefour ha annunciato che stava vendendo nei suoi centri in Spagna (come aveva fatto in Francia e Belgio). E non è l'unica catena di approvvigionamento è intervenuta. El Corte Ingles si era già ritirato e Lidl vende solo se sono state certificate sotto il sigillo ASC che garantisce la sostenibilità nel settore dell'acquacoltura.

Presto servita la catena di ipermercati specificare che la decisione era dovuta a ragioni ambientali (l'inquinamento provocato da acquacoltura nelle acque dei paesi in cui sono prodotti) e ha difeso la qualità del pesce era "impeccabile".

La possibilità che ci sono stati problemi con la la sicurezza alimentare di pesce (E quindi la salute della popolazione) è diventato un protagonista della preoccupazione dei consumatori per il panga controversa.

Riusciremo a continuare a mangiare panga?

Infatti, anche se le cifre accennato all'inizio, questa cattiva reputazione sta facendo un'ammaccatura e sembra che la tendenza sta cambiando in Europa. Nel 2015, il 15% in meno rispetto è stata importata l'anno precedente. E anche in Spagna, che rimane il mercato principale dell'Unione europea ha rifiutato l'acquisto di quello stesso anno. Ma è un dato di fatto che questo pesce è molto presente nei nostri mercati.

Tuttavia, le previsioni FAO indicano che il panga è una delle specie responsabile per aumentare la produzione dell'acquacoltura e rappresentano (insieme con carpa e tilapia) 60% della produzione totale dell'acquacoltura nel 2025.