I pediatri chiedono vaccini contro la pertosse a incinta

MADRID / EFE Mercoledì 28/10/2015

L'Associazione Spagnola di Pediatria (AEP) ha affermato di essere vaccinati contro la pertosse tutte in stato di gravidanza e, prima che i problemi di approvvigionamento presentate da questo vaccino, la vaccinazione dei bambini di 6 anni di ritardo per allocare queste dosi per il futuro madri.

Dr. Francisco Álvarez, il comitato consultivo di Vaccini ASP, ha spiegato a Efe che solo sette CCAA Catalogna, Asturie, Paesi Baschi, Navarra, Valencia, Extremadura e delle Canarie somministrare questo vaccino a Incinta

Che, sebbene dal giugno di quest'anno il Libro tecnico Vaccine, dove sono rappresentati sia il CCAA e il Ministero della Sanidad- ha redatto un documento che raccomanda la vaccinazione delle donne in gravidanza a causa dei dati "allarmanti incidenza "il Pertosse in meno di tre mesi, che può raggiungere i 600 casi per 100.000 bambini.

La scorsa settimana un bambino è morto 15 giorni a Malaga affetti da pertosse. La madre ha cercato di comprare il vaccino in diverse farmacie senza trovarlo, dal momento che in Andalusia vaccinazione è prevista solo per i bambini.

Alvarez ha notato che i due laboratori che producono i problemi di produzione del vaccino -GSK e Sanofi hanno ammesso, quindi ci sono alcune dosi che vengono inoculati le donne incinte e gli oltre 6 anni, che è il tetano, la difterite e pertosse ridotto antigene (Tdta).

Così, i laboratori hanno sottolineato che prendono tra uno e due anni per ripristinare la fornitura del vaccino.

La raccomandazione dei pediatri è la vaccinazione di gravidanza e la vaccinazione ritardo di minori di 6 anni, ha sottolineato Alvarez, che ha detto che non c'è nessun problema nel rinviare la somministrazione del vaccino nei bambini più grandi, perché sono immunizzati con quattro dosi li mette tra i due ei 18 mesi.

"Le donne incinte hanno bisogno per iniziare a vaccinare e in tutte le regioni, perché è un successo assoluto", ha sottolineato il pediatra dice che nelle Asturie copertura è 80 per cento.

Ha spiegato che vaccinare le madri è "la politica più efficace ed efficiente per evitare che questo pertosse male che ha rivendicato la vita di questo bambino" di Malaga.

"Noi, come pediatri, ci sarebbe anche messo a 6 e 13 anni, ma abbiamo capito che se non esiste un vaccino, il modo più efficace per prevenire maligno pertosse in meno di 3 mesi è vaccinare le madri", ha dichiarato.

Così, l'unica soluzione che vedo questo specialista è che il CCAA "mettere le batterie" e mettere in atto il documento ricorda che questo vaccino è nel calendario delle donne in gravidanza.

Letture Consigliate