Fotoprotezione fin dall'infanzia in grado di ridurre del 80% i casi di melanoma

Madrid / EFE / Teresa Díaz Lunedi 24/04/2017

Essi sono diagnosticati ogni anno in Spagna 4.000 nuovi casi di melanoma e la sua incidenza è in costante aumento, anche se l'80 per cento di questi tumori, il cancro della pelle più comune più di 50 anni, potrebbe essere ridotto con le abitudini di buona salute fotoprotezione da bambini

Altre notizie

  • Melanoma: sette domande, sette risposte
  • Protezione solare: Le chiavi per ottenere il miglior effetto

Un anno di mattina è stato presentato in prossimità della campagna di calore e del sole Euromelanoma, la più importante a livello europeo per la prevenzione di questa iniziativa la malattia, che coinvolge 34 paesi e in Spagna è sponsorizzato dalla Fondazione Accademia pelle sana Spagnolo Dermatologia e Veneorología (AEDV).

La campagna, che quest'anno ha per tema "avere solo una pelle. Proteggerlo dai danni del sole "è duplice: la prevenzione primaria (sensibilizzare l'opinione pubblica circa l'importanza di acquisire sane abitudini di bambini) e prevenzione secondaria (relazione sulla auto-esame per i segni di sospetto dovrebbe essere consultato con un dermatologo).

Così, da quel giorno e fino al 20 giugno, ogni cittadino può fissare un appuntamento per una revisione libero dal telefono o al sito web 91-5.434.535 AEDV con uno dei molti dermatologi che lavorano disinteressatamente in campagna.

Inoltre, dal 5 al 9 giugno si terrà la settimana di "screening", dove la popolazione è offerta la possibilità di sottoporsi a una scansione gratuita per lesioni sospette.

Importanza della prevenzione con fotoresist

Il capo della campagna in Spagna, il Dr. Agustín Buendía, ha detto che la auto-esame Si tratta di un semplice e molto utile per la diagnosi precoce di azione melanoma.

I segni più elementari di sospetto sono ciò che dermatologi chiamano il pregiudizio "ABCDE" un simmetrica, con b Ordes irregolare, c vari profumi con d più di 6 mm e una iámetro. e volution negli ultimi 4 mesi.

"Una lesione cambiare può cambiare la vita", ha detto il dermatologo, che ha spiegato che tenta di rilevare "che pupilla che non vi da fastidio, ma non si chiude, quella piccola ferita che non si rimargina, quel piccolo punto che prende già un po ' e non fa male, ma non segue una normale evoluzione. "

Il fattore di rischio evitabile principale per la maggior parte dei melanomi è la sovraesposizione ai raggi ultravioletti, sia naturali (sole) o artificiali (lettini abbronzanti).

Così Dr. Buendia ha raccomandato "sole con buon senso evitare scottature e le esposizioni eccessive". "Il sole è un grande amico, ma se non siamo d'accordo con lui, può diventare il peggior nemico".

L'incidenza del cancro della pelle "è aumentato significativamente e continuamente negli ultimi 35 anni" e in Spagna i tassi sono raddoppiati e in alcuni tipi sono triplicati, una tendenza che, secondo Buendia, è quello di mantenere la prossimi due o tre decenni.

Dr. Yolanda Gilaberte, coordinatore della campagna, ha sottolineato che le scottature durante l'infanzia è un fattore di rischio per lo sviluppo del melanoma in età adulta, e quindi dovrebbe rafforzare il fotoresist nei bambini e negli adolescenti, così come le persone con bassa fototipo (pelle e degli occhi) e quelli con più di 50 talpe.

Per proteggere deve utilizzare una crema con fattore di protezione 30, si applicano in tutte le zone del corpo e generosamente ripetuta periodicamente ogni due ore di esposizione o dopo il bagno.

Per Montse, il melanoma paziente

"Sono 25 e come ogni ragazza ha sempre amato per prendere il sole, soprattutto quando mi sono interessato nella moda è quando ho iniziato a prendere il sole come un matto e bruciare". Inizia così la sua storia Montse Toro, a 25 anni, con diagnosi di melanoma da tre fa.

Una storia che, ha detto, ha lo scopo di aiutare gli altri, soprattutto i più giovani, a prendere coscienza dell'importanza di proteggersi dall'esposizione al sole e andare al dermatologo prima della comparsa di qualsiasi talpa o macchia sulla pelle.

Montse ha partecipato alla presentazione della campagna di prevenzione 2017 Euromelanoma cancro della pelle e ha riconosciuto crogiolarsi troppo perché il vostro tipo di pelle (pelle chiara) "mai" essere sempre buio.

Nonostante questo e il consiglio e "rimprovero" la madre è stata esposta al sole senza protezione. "A 16 anni si pensa che è stupido e non succede nulla".

Fino a quando la madre una scansione rilevata una macchia su una gamba e la portò al dermatologo, il quale "non piaceva il suo aspetto e decise di portarlo via." Pochi giorni dopo, ricevette la diagnosi: melanoma.

"Non avevo idea di cosa fosse, ma il viso di mia madre e il medico sapevo che non era una buona notizia." Tuttavia, non era a conoscenza della gravità fino a quando un medico di medicina nucleare, che ha subito il test del linfonodo sentinella, "mi ha detto apertamente".

Fortunatamente, il test è negativo, il che significa che il nodo non è stata influenzata."Sono stato molto fortunato, tutto è andato bene, ma non sempre accade," da cui ha sottolineato l'importanza della prevenzione.

"Non cambia un passeggero per il rischio di sviluppare il cancro della pelle moreno", ha sintetizzato.

Letture Consigliate