Qual è la vetrificazione degli ovociti

vetrificazione uovo è una tecnica relativamente recente -in 2002 i bambini nati in anticipo da un uovo criopreservado-, che viene utilizzato per contenere e mantenere le uova a bassa temperatura fino al momento dell'uso richiesto in un metodo di riproduzione assistita.

Questo sistema permette di quelle donne che vogliono ritardare gravidanza, o che hanno bisogno di preservare la loro fertilità per motivi di salute, come accade per i pazienti che si sottopongono a trattamenti medici che compromettono la loro capacità reproductiva-, distribuire uova sane e giovani quando decidono che è tempo di una gravidanza.

Vetrificazione delle uova: ciò che è e ciò che è

Uovo vetrificazione fondamentalmente consiste nel togliere le uova mature mediante puntura e l'aspirazione dei follicoli ovarici del paziente, e li trasmette immediatamente ad un rapido congelamento per evitare formazione di cristalli di ghiaccio che potrebbero danneggiarlo. Queste uova sono conservati ad una temperatura di -196 ° C in serbatoi di azoto, fino a quando il tempo si vuole procedere a scongelare la fecondazione e l'impianto.

Nelle società sviluppate è sempre più comune per le donne a ritardare la maternità fino a dopo 40 anni. Questo provoca problemi perché, nel corso degli anni, il tasso di sterilità femminile è aumentata, e la qualità delle uova diminuisce in modo significativo, quindi, anche se fecondato può portare a una gravidanza praticabile a causa di malformazioni congenite.Per questo motivo, anche con la tecnologia di riproduzione assistita (ART) ottenere la gravidanza a termine e nato un bambino sano può essere difficile quando la madre superi certa età.

Secondo la Società Spagnola di Fertilità (SEF), solo il 11% delle donne oltre i 40 anni che si sottopongono a fecondazione artificiale rimanere incinta e circa la metà di queste gravidanze finisce con l'aborto.

In questi casi è spesso necessario utilizzare ovociti donatori più giovani, o anche gli embrioni crioconservati paziente erano, e sono anche derivati ​​da donatori ovociti vengono trasferiti. Tuttavia, grazie alla vetrificazione delle uova, la donna può rimanere incinta quando le proprie uova fecondate se questi sono stati rimossi in precedenza e congelati quando era ancora giovane, in modo da non avere bisogno di ovociti da un donatore compatibile.

Un altro gruppo di donne che ricorrono alla vitrificazione degli ovociti è costituito da pazienti oncologici, diagnosi dopo la loro malattia, dovrebbero essere sottoposti a trattamenti aggressivi, come la radioterapia o chemioterapia, che possono compromettere o limitare la loro fertilità.