I progressi in cardiologia: verso un pacemaker wireless

Madrid / EFE / Ana Maria Belinchón Venerdì 2017/03/03

Accoppiamento un pacemaker in modalità wireless a un defibrillatore sottocutaneo potrebbe aprire la porta ad un nuovo modo di trattare le aritmie lente e veloci, che possono causare complicazioni legate al sistema circolatorio e causare fibrillazione atriale o improvvisa

morte.

Altre notizie

  • La Spagna, il paese europeo in cui vengono impiantati defibrillatori meno automatici
  • Il pacemaker mondo senza cavi più piccolo nella sanità privata di Madrid

La fibrillazione atriale è una forma di aritmia (ritmo cardiaco anormale) più frequenti. Essa colpisce 800.000 persone in Spagna, di cui uno su sei subiranno un ictus durante la loro vita.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il 25% delle morti cardiovascolari si verificano improvvisamente, di solito legato alla presenza di aritmie ventricolari.

Per far fronte a questi cambiamenti, alcuni anni fa è interamente collocato sotto la pelle, senza prendere i vasi sanguigni, un nuovo Defibrillatore cardioverter impiantabile (DAI) sottocutaneo e recentemente sta sviluppando un Pacemaker senza miniaturizzato cavo. che viene inserito direttamente nel cuore attraverso un catetere.

La combinazione di questi due progressi tecnologici sarà il futuro trattamento delle aritmie lenti e veloci. Questo è uno dei temi in discussione al Ritmo 17, la riunione congiunta del Terzo Elettrofisiologia e aritmie e stimolazione cardiaca Sezione della Società Spagnola di Cardiologia (SEC), il Congresso di aritmie più importanti di lingua spagnola tenutasi nei giorni 1, 2 e 3 marzo a Madrid.

Come parte di questo evento è stato anche organizzato il workshop "Trova il tuo ritmo" destinato ai pazienti, che ha offerto i test diagnostici liberi fibrillazione atriale, tra cui un elettrocardiogramma è fatto con un'applicazione mobile. Questo workshop ha anche contato con la partecipazione della Fondazione spagnola Cuore (FEC) e l'Associazione spagnola di Nursing in Cardiologia.

Il sottocutaneo ICD e pacemaker wireless

Il defibrillatore è un dispositivo impiantabile che controlla continuamente la frequenza cardiaca. Se si verifica un'aritmia pericolosa per la vita, come tachicardie ventricolari rapide, questo dispositivo offre una scossa elettrica per ripristinare la normale attività cardiaca.

Una delle applicazioni di Dai è il trattamento di pazienti a rischio di morte improvvisa, che provoca 350.000 morti l'anno in Europa.

ICD transvenoso erano prima, cioè, i fili vagavano le vene per raggiungere nel cuore, in modo che vi era rischio di rottura e infezioni sistemiche gravi come endocardite.

La novità in questo campo è sottocutaneo DAI, non invadere i vasi sanguigni, ma è posto sotto la pelle del torace del paziente, in modo che in caso di infezione si verificano, il rischio sarà molto più basso.

"Questi dispositivi sono evoluti e riducendo le dimensioni e il peso, e sempre incorporare funzioni. Ora hanno la capacità di stimolare, per esempio, i due ventricoli, allo stesso tempo per rafforzare la contrattilità del cuore e informare il medico se rileva segnali che vengono prodotte un episodio di insufficienza cardiaca ", spiega Nicasio Perez castigliano, presidente di Elettrofisiologia e aritmie del SEC, in un colloquio con EFESalud.

In Spagna, ICD sottocutaneo vengono impiantati indicazione clinica per circa quattro anni. "L'anno scorso è stato un passo importante per il tasso di esecuzione di questi dispositivi decollare", afferma Dr Perez castigliano.

Tuttavia, non si trova all'interno del cuore, ICD sottocutanei non possono eseguire la stimolazione cardiaca.

Per colmare questa lacuna, stanno sviluppando una piccola capsule pacemaker wireless misura circa tre centimetri di lunghezza e meno di un volume centimetro cubo e posto all'interno del cuore attraverso un catetere.

Questi nuovi pacemaker wireless sono in grado di stimoli e possono essere implementati e lavorare in coordinamento con sottocutanee ICD; una combinazione che è già una realtà negli animali.

Il seguente videoblog, Dr. Carlos Miguel Macaya spiega i diversi trattamenti aritmie tachicardia.

Un lento Oltre alla consueta

pratica.

Secondo gli esperti da parte della SEC, la penetrazione di queste tecnologie in Spagna è stato molto lento rispetto all'Europa ed eterogenea tra le regioni.

"Secondo il pacemaker Registro nazionale, nel 2015 un totale di 77 sono stati impiantati pacemaker wireless, corrispondenti al 1,6% del totale pacemaker convenzionali con caratteristiche simili. Oggi, la Spagna ha realizzato un totale di 350 pacemaker wireless ", afferma Dr Maria Luisa Fidalgo Andres, presidente della stimolazione cardiaca Sezione della SEC.

"Per quanto riguarda defibrillatori sottocutanei, nel 2016 più di 200 pazienti hanno ricevuto uno di questi dispositivi in ​​Spagna per un totale di 400 unità. In tutte le regioni questi dispositivi sono impiantati, ma con una proporzione molto diseguale tra cinque e 50 unità ", dice lo specialista.