Ana Lluch: La biologia del tumore al seno evita inutili chemioterapia.

MADRID / EFE / ANA SOTERAS Martedì 2013/10/15

Conoscere il profilo genomico di un tumore al seno può prescrivere la cura giusta, cercare bersagli terapeutici ed evitare la chemioterapia inncesaria, fattori chiave nella lotta contro questo tipo di tumore. Ana Lluch oncologo che ha trattato più di 10.000 donne ed è uno dei più importanti gruppi di ricerca, parla di tumore al seno nella celebrazione della Giornata Mondiale.

Il cancro al seno colpisce ogni anno circa 22.000 donne in Spagna e la sopravvivenza globale a cinque anni dopo la diagnosi è quasi l'83%, secondo l'Associazione Spagnola contro il cancro.

Ana Lluch, Capo di Ematologia e Oncologia Ospedale Università di Valencia Membro del gruppo spagnolo di Breast Cancer Research (GEICAM) e membro della Società Spagnola di Oncologia Medica (SEOM), parla di questo tipo di tumore, così complesso e variegato che quasi ci possono essere tanti sottogruppi come pazienti.

  • Posso minimizzare e massimizzare l'efficacia del trattamento, come si propone, si può già?

Sì, siamo sulla buona strada per raggiungere, ma è una realtà. Prima, quando abbiamo avuto i dati sulla biologia molecolare del tumore e aveva solo alcuni aspetti studiati, abbiamo applicato la chemioterapia dopo l'intervento chirurgico praticamente tutte le donne per prevenire le ricadute e per prevenire la malattia in altri organi. Oggi siamo in grado di fare uno studio del profilo genomico del tumore e sapere quali vantaggi per il paziente di chemioterapia e che non ha intenzione di segnalare eventuali benefici.

  • Alcuni pazienti sono tumori ormono-dipendenti, che possono essere rilasciate con precisione la chemioterapia ...

Il 70 per cento dei tumori al seno sono l'ormone (chiamato luminale A e B) e il 30 per cento di quella complessiva che non ha bisogno di chemioterapia perché li avvantaggia, ma i benefici del trattamento ormonale. Ed è grazie allo studio della biologia del tumore.

Ci sono altri due gruppi che necessitano ancora di chemioterapia: il negativo tripla che non esprime recettori di qualsiasi tipo e per i quali non v'è alcun trattamento biologico; e iperespressione del recettore HER2, che necessita di trattamento biologico per il tumore (con l'ingrediente attivo trastuzumab) insieme con la chemioterapia.

  • Negli ultimi anni ... Quali sono stati i principali progressi nel cancro al seno?

Negli ultimi dieci anni ha fatto molta strada. La mortalità è diminuito in modo significativo da due fatti: i programmi di screening e trattamenti più efficaci per prevenire le ricadute.

E grazie a tecniche di biologia molecolare che devono sapere di più di alterazioni genomiche e tumori che hanno bersagli terapeutici per questi tumori di svilupparsi. Sono necessarie ulteriori ricerche per trovare nuovi obiettivi.

Come nuovi farmaci già temono il pertuzumab sarà approvato ed è testato in Spagna, everolimus (Afinitor), eribulina ha recentemente approvato per il cancro al seno. farmaci emergenti per il cancro al seno. Provate a immaginare se abbiamo questi farmaci in tre o quattro mesi. C'è un portafoglio che è il T-DM1, un boom per HER2 colpite. Ma non c'è nulla per i casi di triplo negativo, sono orfani, e noi continuiamo a indagare.

  • È immunoterapia o lotta dal corpo stesso contro il tumore, ora in fase di sperimentazione nel melanoma e del polmone, un'opzione per il cancro al seno?

Oggi abbiamo nessuno studio immunoterapia ci ha dato positivo. immunoterapia classica utilizzato nel cancro della mammella, quando abbiamo saputo molto meno immunitario strade ha dato alcun beneficio. Abbiamo provato ma erano i vaccini senza successo. Oggi, con le nuove tecnologie, è sotto processo, ma per ora non c'è nulla che indichi che l'immunoterapia può essere efficace.

  • Si può dire che il cancro al seno è incurabile nella maggior parte dei casi?

Nei tre tipi di cancro (hormonodependiente, HER2 e triplo negativo) se viene rilevato il tumore primario (senza sviluppo di metastasi) cura la malattia.

Oggi, il più ampiamente cura è precedentemente curata almeno HER2. Ed è perché abbiamo un obiettivo chiaro (il recettore HER2) e trattamenti anti-bersaglio efficaci. In casi di cancro ormonale, il sottotipo luminale A non ha bisogno di chemioterapia, mentre il luminale B, oggi, hanno bisogno di chemioterapia e terapia ormonale. Quest'ultimo differire dal A che hanno indici al rialzo proliferative.

  • E se metastasi quando il cancro si è diffuso ad organi altri?

Quando abbiamo malattia avanzata, vale a dire, in altri vari organi del seno, oggi non possiamo dire che siamo in grado di curare, ma se cronificar. In questa fase si cerca di sviluppare trattamenti efficaci che abbiamo allungare il tempo alla progressione, vale a dire, il tempo di risposta alla terapia più lunga meglio.

Più a lungo aspettiamo di cambiare il trattamento per un paziente, una migliore qualità della vita che diamo. Di conseguenza, i trattamenti di malattia avanzata, l'obiettivo è non solo di sopravvivere, ma vivono nessun cambiamento nel trattamento a lungo. Questo è quello che viene chiamato cronificar la malattia. E in fase avanzata è dove testiamo nuovi farmaci perché se sono efficaci, si applicano per prevenire le ricadute.

  • Fa il linfonodo sentinella è ancora una guida per rimuovere l'ascellare linfa catena se le cellule maligne?

Ora, se il linfonodo sentinella è influenzata ci sono casi in cui non è necessario rimuovere i linfonodi sotto l'ascella. Ma che ancora non accettano tutti i chirurghi inglesi, gli americani ... di più. E 'praticata in Spagna, ci sono centri in cui i comitati accettano tumori.

Nel linfonodo sentinella può avere micrometastasi o macrometastasi. Nel caso di micro (piccolo numero di cellule tumorali e anche isolati) e quasi tutti d'accordo che non è necessario linfoadenectomia (asportazione dei linfonodi), perché si è visto che non equals rendono.

Per macrometastasi in un linfonodo sotto l'ascella, ci sono due studi che dimostrano che non farebbe linfoadenectomia, in particolare nelle donne con tumori di piccole dimensioni e di ormoni da essere affrontati con la chemioterapia e la radioterapia.

In questi casi si può omettere linfoadenectomia, ma non c'è consenso tra i chirurghi la Spagna per quel che accada, per ora.

  • Può una donna con una storia familiare di cancro al seno può subire seno chirurgia preventiva o ovaie?

chirurgia del seno preventiva dovrebbe essere fatto in donne che hanno alterato geni BRCA1 e BRCA2, ma non nelle altre donne. Ci sono donne che hanno paura e, talvolta, guidati dai loro chirurghi cercano di prendere interventi profilattici, ma questo non è indicato.

Nel caso di interventi chirurgici per rimuovere i tumori in Spagna fare chirurgia conservativa quando possibile e come percentuale del 50/60 per cento. Ci sono casi in cui mastectomia e ricostruzione immediata, nella stessa operazione viene eseguita.

  • Nel suo 30 anni di carriera ha servito più di 10.000 donne e la loro fama è di grande empatia con il paziente. Quello che oggi il concetto donna ha il cancro al seno?

Le donne hanno perso molta paura della diagnosi così tanto perché sanno che, nella maggior parte dei casi, non si perde il seno e che può essere curata. Un programma di diagnosi precoce (mammografia) della comunità valenciana, hanno partecipato più di 70% delle donne, e quando hanno fatto cominciarono meno del 50%. Ciò significa che la gente pensa che il cancro non è uguale alla morte e noi possiamo cronificarlo.

Letture Consigliate