La Spagna ha approvato il primo vaccino che protegge nove tipi di papillomavirus umano

madrid editoriale / Efe / Salute Giovedi 2017/06/22

E 'l'unico vaccino che protegge contro nove tipi di papillomavirus umano (HPV), che aumenta la protezione a quasi il 90% delle infezioni dal virus responsabile del cancro del collo dell'utero, il 96% di cancro anale, 85% di cancro vaginale e 87% per il cancro della vulva, oltre ad una elevata percentuale di precancerosa

lesioni.

Altre notizie

  • Si può infettare il virus del papilloma umano sesso orale?
  • Il virus umano traditore
  • papilloma.

Dopo aver ottenuto la relativa autorizzazione da parte dell'Agenzia europea per i medicinali (EMA) è stato omologato in Spagna il primo vaccino che protegge contro nove diversi tipi di papillomavirus umano (HPV), HPV in particolare i tipi 6, 11, 16, 18, 31, 33, 45, 52, 58

Così, il nuovo vaccino protegge contro cinque tipi di HPV rispetto a vaccini esistenti finora, l'unico caso di vaccino nove-valente disponibili.

"L'inclusione di cinque tipi di HPV ulteriori aumenta la protezione a quasi il 90% delle infezioni da HPV responsabili del cancro del collo dell'utero, il 96% dei casi di cancro anale, 85% di cancro vaginale e 87% per i tumori della vulva e della anche un'alta percentuale di precancers ", afferma Dr Ignacio Salamanca, coordinatore dell'Unità di Studi e Research Institute of Pediatrics Hispalense.

"L'approvazione del l'uso del vaccino nove-valente in Spagna incontra il nostro obiettivo di salvare e migliorare la vita delle persone, in questo caso utilizzando immunizzazione per prevenire l'infezione che sta causando diversi tipi di cancro", spiega il Dr. Joaquín Mateos , direttore medico del MSD in Spagna.

vaccino Nonavalent (commercializzato con il nome di Gardasil® 9) è indicato per l'immunizzazione attiva di donne e uomini da 9 anni in un modello di 2 o 3 dosi a seconda dell'età, contro le lesioni precancerose e tumori che colpiscono il collo dell'utero, della vulva, vagina e l'ano, così come verruche genitali causati dai tipi di HPV inclusi nel vaccino.

Circa 8 su 10 persone saranno infettate da HPV ad un certo punto della loro vita

L'infezione da HPV è più comune tra i giovani a trasmissione sessuale, si stima che tra il 75% e l'80% delle persone sessualmente attive saranno infettati da questo virus ad un certo punto della loro vita, di solito subito dopo l'inizio dell'attività sessuale .

trasmissione dell'HIV avviene solo attraverso il contatto sessuale, in questo senso diretto contatto con la pelle o la mucosa della zona genitale è un percorso di trasmissione riconosciuta anche quando la persona ha sintomi e senza segni apparenti.

virus HPV colpisce anche gli uomini

Entrambe le donne e gli uomini possono essere infettati e trasmettere. Carica attribuita ai tipi di HPV 9 rischio contro il quale il nuovo vaccino protegge i tumori in Europa è notevole, sia uomini che donne.

Si stima che 53,013 tumori ogni anno a livello europeo sono diagnosticati attribuibile a HPV, di cui oltre il 90% sono stimati essere riconducibile alle 9 tipi di HPV inclusi nel vaccino nove-valente.

Sempre più informazioni sul ruolo di HPV nel all'origine dello sviluppo di alcuni tumori che colpiscono entrambi i sessi, ma soprattutto con maggiore incidenza nei maschi, come il cancro anale, testa e del collo.

Vaccino comitato consultivo dell'Associazione Spagnola di Pediatria (AEP CAV) consiglia l'informazione e la valutazione della raccomandazione della vaccinazione contro l'HPV nei bambini di età 11-12 anni.

La vaccinazione è raccomandata anche per i bambini in molti paesi, sia all'interno che all'esterno dell'Unione europea, come l'Italia, Svezia, Austria, Stati Uniti, Australia, Canada o il Brasile.

Il cancro della cervice (CCU), la quarta più comune nelle donne

HPV è considerata causa necessaria per lo sviluppo del cancro cervicale o cancro del collo dell'utero (CCU).

"Anche se questo cancro è prevenibile, secondo i dati più recenti, il cancro del collo dell'utero o della cervice uterina è il quarto tumore più comune nelle donne in tutto il mondo. Si stima che ogni anno 528.000 nuovi casi vengono diagnosticati e più di 266.000 donne muoiono di questa malattia a livello globale ", afferma Dr Gabriel Fiol, Area Medico specialista (FEA) di Ostetricia e Ginecologia presso l'Ospedale di Torrecardenas.