I medici negano che i vaccini causano l'autismo

Madrid / Efe editoriale / Salute Martedì 2017/06/13

Organizzazione Medical College (OMC) e l'Associazione Spagnola di Pediatria Primary Care (AEPap) rammarico che le informazioni siano divulgate a "banalizzare informazioni scientifiche e mediche" e garantire che i vaccini non causano l'autismo, sono sicuri e salvare migliaia di vite

Altre notizie

  • Dr. López Goñi: "I vaccini per i bambini sono assolutamente essenziali"
  • I vaccini, o sì

Con questa forza hanno fatto riferimento l'OMC e AEPap a recenti commenti fatti dal giornalista Javier Cárdenas in un programma radiofonico, che collegava l'uso di vaccini con l'aumento di autismo.

I pediatri hanno chiamato questi commenti "irresponsabile e ignorante" a confondere la popolazione e mettere in pericolo la copertura vaccinale e deplorato il fatto che questi "canard" possono portare alcuni genitori di prendere in considerazione non vaccinare i loro figli, con il conseguente rischio Il mancato di fare.

Nel frattempo, il Medical College ha condannato che "fraintendere e descontextualicen rapporti che creano allarme e gli interventi messi in salute clinica o pubblico la cui efficacia è ben consolidata problema."

Ha anche respinto i prodotti che le attività e "presumibilmente guaritori" che confondono i cittadini e può avere conseguenze fatali per i pazienti sparsi.

In questa situazione, l'OMC ha messo in evidenza che i vaccini non causano l'autismo e attribuisce l'origine di "questo canard" un medico britannico, la licenza nel 1998 con l'accusa di "agire disonestamente e irresponsabile" in pensione.

Oltre sottolineando che "non c'è nessuna epidemia di autismo", ha messo in evidenza che i vaccini sono sicuri, non contengono mercurio e ogni anno salvare milioni di vite in tutto il mondo.

"E 'farmaci essenziali per essere utilizzati correttamente," ha sottolineato il WTO, che ha annunciato che continuerà a denunciare "fermamente" situazioni "che coinvolgono i messaggi fuorvianti e prive di evidenza scientifica sulla salute e rappresentare un rischio per la popolazione generale ".

Letture Consigliate