Meditare e ascoltare musica migliorare la memoria e la cognizione

Il La meditazione Kirtan Kriya musica e di migliorare sia la Memoria come il Cognizione persone che soffrono di perdita di memoria e le capacità cognitive in fase iniziale, e che a lungo termine potrebbero subire quasi certamente un lzhéimer Come confermato da uno studio condotto dal Dott Kim E. Innes della West Virginia University (USA), che è stato pubblicato in Il Journal of Alzheimer

Sia l'ascolto di musica, e la meditazione, migliora oggettivi cognizione, dell'umore e d'ansia livelli di pazienti con stadio precoce deterioramento cognitivo

La ricerca è stata campionata per un totale di 60 persone, con una media di 60 anni affetti da deterioramento cognitivo nella sua fase iniziale, che sono stati assegnati ad una delle due attività: o ascoltare musica o meditare; in entrambi i casi pochi minuti al giorno per sei mesi. Trascorso questo tempo si è riscontrato che sia quelli che ascoltava la musica, come meditatori, migliorato cognizione oggettiva e la sua umore Il livelli Ansia E la qualità della vita in generale.

I benefici sono stati misurati di nuovo a tre mesi e sei; tre mesi dopo aver partecipato alla ricerca, i pazienti non solo mantenendo beneficio cognitivo, ma avevano anche migliorato i loro valori di base.Alcuni benefici erano ancora presenti sei mesi senza variano a seconda del sesso o età. I miglioramenti si sono verificati nelle zone più probabilità di essere colpiti in fasi precliniche e l'inizio di demenza, quali l'attenzione, funzioni esecutive, e funzione di memoria di funzionamento cognitivo soggettivo.

I benefici della musicoterapia e la meditazione per il cervello

Non è la prima volta che i benefici della musica o la meditazione con malattie neurodegenerative come la demenza o il morbo di Alzheimer sono associati. Così, un gruppo di ricercatori spagnoli nel 2014 ha pubblicato un articolo in cui dopo aver analizzato 11 studi, pubblicati tra il 2003 e il 2013, constataban come la musicoterapia è stato benefico nei pazienti con demenza, il miglioramento della disturbi comportamentali e sintomi di ansia e agitazione.

Nel caso di meditazione, uno studio pubblicato nel 2015 da ricercatori presso l'American College della Thomas Jefferson ha trovato il modo di praticare la meditazione per 12 minuti al giorno contribuito ad un aumento del flusso sanguigno nel cervello e riducendo i livelli di ansia, la depressione e lo stress dei pazienti, tutti loro agravadores potenzialmente aspetti di queste malattie.

Letture Consigliate