Giornata Mondiale Asma: Paziente informato, buona respirazione, migliore qualità della vita

Madrid / efe / javier tovar Venerdì 2017/04/28

Uno degli obiettivi di EFEsalud è quello di migliorare la qualità della vita dei pazienti. Sotto il World Asthma Day, 2 maggio, due iniziative messe concentrarsi sui pazienti, di conoscere la loro malattia bene e mantenere la massima aderenza al trattamento. Una respirazione corretta è fondamentale per un sano

vita.

Altre notizie

  • Asthma Control: trattamenti rigorosamente conformi
  • Crisi asmatica: la pace e medicine

"I pazienti asmatici Saperla subiscono un minor numero di esacerbazioni e proventi". Questo è il motto della prima iniziativa, Aula Respira l' Società Spagnola di Pneumologia e Chirurgia Toracica (SEPAR) imparare a vivere con l'asma e migliorare l'aderenza al trattamento.

In Spagna ci sono circa 3 milioni di persone affette da asma, di cui meno del 50 per cento sono ben controllati. Un buon controllo dell'asma, dicono gli esperti di SEPAR, significa che il paziente è in grado di anticipare le conseguenze di una crisi evitando visite di pronto soccorso e ricoveri.

L'asma è una malattia respiratoria comune che colpisce 5-7 per cento della popolazione spagnola; anche se non una malattia curabile, le persone colpite possono controllare i sintomi con trattamenti disponibili, molti dei quali inalatori.

Tra i bambini, che colpisce tra l'8 e il 12 per cento dei bambini e degli adolescenti, per un totale di più di 500.000.

AsmaCost secondo lo studio dalla società medico-scientifico, la mancanza di controllo provoca maggiori farmaci di costo economico (27,9%); scansioni (24%); e ricoveri ospedalieri (17 per cento).

Studi scientifici dimostrano che i pazienti di fornire informazioni e conoscenze circa la loro condizione significa migliorare la qualità della vita. Formatosi in diversi aspetti dei pazienti con malattia di sperimentare una migliore esito clinico, con meno esacerbazioni e un migliore monitoraggio e il controllo della loro asma. Il risultato è anche una prognosi più favorevole.

Così, nel quadro delle sfide respiratorie Anno SEPAR e attraverso SeparPacientes quattro ospedali aule rete RESPIRA organizzato fino al 2 maggio, di formazione diversa e attività di partecipazione per i pazienti e gli operatori sanitari su come vivere con l'asma e come gestire inalatori correttamente. Sono l'Università Ospedale Clinico Lozano Blesa (Saragozza); Bank of Alzira (Valencia); Madonna dei Gigli (Alcoy, Alicante); e Santa Creu i Sant Pau (Barcellona).

L'obiettivo è che i progressi in autocontrollo e di auto-cura della loro malattia e, quindi, ottenere la vostra vita e il vostro ambiente sono paziente normale.

Collaborando

Il lavoro di squadra è essenziale nelle sfide contro l'asma. Una seconda iniziativa sviluppata sotto la Giornata Mondiale Asma ha anche il ruolo di SEPAR, che entra in azienda Philips.

Entrambe le entità hanno alimentato il ciclo di conferenze "Philips in diretta! #Inspira", un progetto che ha fissato l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sulle malattie respiratorie e l'importanza della tecnologia e l'aderenza.

In questa discussione, è stato rivelato che il 70 per cento del costo complessivo di asma corrisponde ad uno scarso controllo e inadeguato follow-up dei pazienti.

Lo studio AsmaCost citata, riflette il costo medio annuo per paziente in Spagna è asmatici 1.950 euro, che è fino a 1.872 milioni di euro se l'intera scala della popolazione colpita.

I principali contributi del simposio

  • Dr. Eva Martínez Morago, Coordinatore di asma SEPAR e capo della Pneumologia dottore Pesset ospedale di Valencia, che individua le priorità contro l'asma. "Il coordinamento tra tutti i livelli di cura coinvolti nel loro approccio e prendere misure per evitare che agendo su fattori associati come l'obesità o il fumo. "
  • Dr. Carlos Almonacid, pneumologo Ospedale Chiron Sud: "L'importanza della diagnosi precoce e la necessità di migliorare l'aderenza al trattamento"
  • Entrambasaguas Marta e María Jesús Pruner, infermieri ospedale regionale di Malaga: "Abbiamo bisogno di un piano elaborato da l'educazione del paziente di cura in modo da sapere gestire la loro malattia e il trattamento di follow".
  • Tamara del Corral, fisioterapista specializzato nella cura delle vie respiratorie "la pratica di un'adeguata attività fisica, in contrasto con la diffusa convinzione che gli asmatici non dovrebbero fare sport, per tutti i benefici che comporta è necessario".
Gli esperti simposio evidenziato il ruolo delle nuove tecnologie per l'asma, e di cui lo sviluppo di applicazioni e dispositivi che consentono il monitoraggio del paziente asmatico, contribuendo ad una migliore aderenza al trattamento.