Parto: la solitudine Paleolitico alla medicalizzazione della oggi

MADRID / EFE / DEW GALÁN Venerdì 2016/04/03

La storia del lavoro è vecchia quanto l'umanità. Ma ... le donne hanno dato alla luce nel Paleolitico come ora? Così lo hanno fatto da soli o con gli altri? Quali convinzioni intorno al periodo del parto? Attraversiamo le tappe più significative della storia del parto, un continuo declino dei tassi di mortalità

Altre notizie

  • Consegna di Australopithecus mamma '
  • Il parto e dopo il parto: I primi giorni di madre

Pochi giorni fa ha tenuto una sessione scientifica dal titolo "Storia del lavoro" presso l'Accademia Reale di Medicina, dove è stato effettuato un tour della evoluzione di ostetricia, il parto e anche analgesia e anestesia.

esperti José Antonio Núñez Clavero, Manuel Escudero Fernandez e Juan Luis Arsuaga erano la responsabilità di guidare il viaggio attraverso la storia e la consegna. approccio medico e antropologico.

Questa iniziativa, che ha goduto della collaborazione di Asisa, è completata da una mostra presso la sede della Reale Accademia di Medicina (via Madrid Arrieta 12) fino al 7 aprile.

E non ha nulla a che fare partorire ora hanno dato vita nel Paleolitico, nell'antica Roma o nel Settecento. Ostetricia e la "Art of Partear" si sono evoluti per ottenere ridurre drasticamente il tasso di mortalità delle madri e dei bambini.

Abbiamo parlato, tra le altre cose, al momento della consegna, così chiamato perché in realtà, si divide in due esseri: uno appena nato e l'altro tronco principale: la madre.

Storia di ostetricia, una lunga evoluzione

Dr. Antonio Clavero e Accademico Jose Nunez ebbero cura di parlare della storia di ostetricia, passeggiando per la nascita e l'evoluzione di questa branca della medicina che si può riassumere come segue:

donna primitiva.

Tutto sembra indicare che le donne primitive hanno partorito da sola, come la maggior parte dei ricercatori "sono inclini alla teoria che si ritirò in un luogo deserto per dare alla luce, probabilmente accovacciata, senza la presenza di nessuno", ha detto il dottor Clavero durante il suo discorso.

Antico Egitto, Grecia, Roma.

In ogni cultura e del tempo nella storia, ogni papiri e scrittura greca, hanno consigli su come trattare con il lavoro meno dolorosamente, ma vale la pena solo inteso, come i risultati sono stati spesso peggiore.

Quindi, anche se il trattato del cosiddetto padre di ostetricia (Sorano di Efeso, anno 98-138 dC) dal titolo "Arte Ostetrica in cui almeno riconosciuto che non è necessario essere madre di essere matrona", dice esperto, aggiungendo che "da allora era stato stabilito che la professione, e in generale non erano servizi gratuiti, perché molte donne hanno fatto senza di lui."

Rinascimento.

Questo periodo segna l'inizio della medicina scientifica, e in Francia l'Art Partear sviluppa.

Ostetriche "monopolizzato assistenza ostetrica fino al XVIII secolo," la gente emergenti come Louise Baugeois (1513) ", che divenne così famoso che è stato nominato Matrona della Corte di Enrico IV e Maria de 'Medici ha assistito nel parto della sua nascita Luigi XIII".

secolo XVIII.

Con questo secolo sono i parteros medici hanno sostenuto quando era necessario intervenire chirurgicamente. Tra di loro c'è Jean Louis Baudelocque, creatore di pelvímetro, così come altri contributi e le manovre che vengono utilizzati ancora oggi.

Nonostante i progressi, emorragie e infezioni puerperali a parto fatto che la mortalità materna è stata molto alta, quello che doveva essere aggiunta la mortalità durante la gravidanza.

XIX

secolo.

grandi passi avanti fatti diminuire la mortalità. E 'necessario parlare di Semmelweis "che ha gettato le basi dell'antisepsi", ha detto l'esperto. I risultati di queste misure igieniche erano che "febbre puerperale quasi scomparso a Vienna", essendo una pietra miliare nella lotta contro le infezioni.

Anche in questo momento Louis Pasteur, ha scoperto il bacillo che causa la febbre da parto. E a poco a poco l'uso di guanti di gomma è stato introdotto, tra l'altro i progressi che hanno migliorato notevolmente la chirurgia.

secolo XX.

Con i progressi citati "materna mortalità all'inizio del secolo scorso era caduto a tassi incredibili, allora, era solo lo 0,5% (nei primi anni del XIX secolo è stato 86%). Nel 1937 è caduto 0.1% è la causa più comune di sanguinamento ", detto lo specialista. Ma grazie a Fleming e la scoperta della penicillina, taglio cesareo (il compito in attesa di superare) è diventato un funzionamento a basso rischio, più non era più necessario decidere tra madre e figlio.

"La vita del feto ha cominciato ad essere importante in tutto il mondo e la mortalità materna è scesa a 6 / 100.000 nati vivi, in questi ultimi tempi", ha detto il dottore.

Controllata la mortalità materna, un crescente interesse per la vita fetale, dando numerosi progressi che hanno permesso di valutare il loro status e diagnosticare le condizioni del feto.

Oggi.

Come risultato di tutti questi progressi nelle tecniche e di diagnostica "il feto è considerato un paziente come la madre, ed entrambi dovrebbero essere studiata e trattata attraverso la medicina perinatale."Anche se, come indicato durante la conferenza accademica, questo farmaco dovrebbe essere estesa "se vogliamo concludere i flagelli che rimangono sia la mortalità e morbilità nel feto".

Ciò che differenzia la nostra specie?

La nascita di un essere umano non ha nulla a che fare con, diciamo, uno scimpanzé. Paleoantropologo Juan Luis Arsuaga, il team di ricerca presso il sito di Atapuerca, ha detto durante il suo discorso come un ospite che, nel contesto del lavoro, che ci differenzia dalle altre specie è il canale del parto. "Il canale del parto è la stessa in tutti i mammiferi, dritto, ma in noi è piegato e contorto." Qualcosa che rende più difficile per l'espulsione del feto.

Ma ... Perché il nostro è il parto diverso e quindi più doloroso? La risposta si trova nel cosiddetto conflitto di ostetrica, quando in pressioni selettive evoluzione opposto segno verificarsi e, infine, raggiunto un accordo: l'equilibrio tra le pressioni di carattere biomeccanico, favorendo locomozione bipede, e pressioni selettive che favoriscono lo sviluppo del cervello. Cioè, il "conflitto cerebrale-pelvica.

E, "Siamo la specie a piedi e questo si ottiene restringendo il cilindro canale del parto (e la lunghezza del femore)". Ad esempio, il canale del parto e il percorso di uno scimpanzé è diritta, mentre nella nostra specie è ad angolo retto.

Le conseguenze sono, come dice Arsuaga, "il ragazzo si chiedono come uscire di qui?, Mentre la madre si chiede cosa ho fatto per meritarmi questo?".

Letture Consigliate