Trapianti ogni anno 140 bambini sono in Spagna, 5% della popolazione mondiale

Madrid / EFE / Teresa Díaz Giovedi 2017/03/16

Ogni anno, sono tra i 120 e 140 trapianti di organi per i bambini in Spagna, che è tra il 5 e il 6% di coloro che sono nel mondo e il 30 per cento di tutto svolgerà presso l'Ospedale di La Madrid pace

Altre notizie

  • Spagna nel 2016 polverizza la tenuta donazione e il trapianto record di 25 anni
  • "Dopo il trapianto, mia figlia ha cominciato a vivere e non sopravvivere"

Il centro medico è anche l'unico in Europa dove i bambini il trapianto di tutti gli organi sono fatti e che si sono svolte al cento per cento dei multiviscerale (fino a 7 corpi) e due terzi del fegato in io vivo.

Così ha messo in evidenza oggi il direttore dell'Organizzazione Nazionale Trapianti (ONT), Rafael Matesanz, ha detto ai giornalisti dopo la presentazione ufficiale di una rete europea di trapianto comprende 18 centri in undici paesi, che guida la Madrid ospedale.

Carenza di donatori

Matesanz ha dichiarato che l'obiettivo della rete è lo scambio di esperienze e conoscenze e non "mandare i bambini a essere trapiantati da un paese all'altro", perché data la mancanza di organi di minori, se da piccolo a Spagna ", gli spagnoli non avrebbero possibilità ".

trapianti di bambini rappresentano circa il 3% di tutti quelli fatti in Spagna e tra il 2 e il 3% dei quelle fatte in tutto il mondo.

Ciò che caratterizza questo tipo di trapianto è la carenza di donatori (20 o 30 ogni anno), ha detto Matesanz, che ha riconosciuto che ogni donazione bambino "è una sorta di tragedia" perché proviene da "tragiche morti", come annegamento o incidenti anche se ha sottolineato la solidarietà dei genitori.

Questo provoca insufficienza d'organo dovrà cercare alternative come il trapianto di vivere in caso di reni o al fegato. Grazie a questo è stato realizzato praticamente senza bambini che muoiono in attesa di un trapianto di fegato.

Il direttore del ONT ha indicato che la lista d'attesa "per fortuna" è molto piccolo. Infatti, lo scorso anno si è chiuso con 58 bambini in attesa di un organo.

Anche la sopravvivenza degli organi trapiantati nei bambini è "molto buono", più alto rispetto agli adulti, dal momento che sono i pazienti che reagiscono molto bene e hanno "un davvero forte biologia".

Da parte sua, il dottor Paloma Jara, Ospedale pediatrico di La Paz e coordinatore della rete europea, ha sottolineato che questa iniziativa è "enorme quantità di moto", in quanto la condivisione di esperienze di 18 centri con "un lungo viaggio" a beneficio del la qualità della vita dei bambini provenienti sia organica e socialmente ed emotivamente.

Jara ha spiegato che La Paz ha trascorso più di un anno di lavoro per lo sviluppo di linee guida sostenere la transizione del bambino trapiantato da bambino in ospedale per adulti, un altro obiettivo della rete.