Izpisúa: 16 anni ho imparato di nuovo a prendere una penna e studiando

Izpisúa: 16 anni ho imparato di nuovo a prendere una penna e studiando

---
MADRID / EFE / PILAR GONZÁLEZ MORENO Lunedi 2017/05/22

Nelle ultime settimane il suo nome suona con insistenza per la principessa delle Asturie. Juan Carlos Izpisúa è oggi un noto ricercatore nel campo della medicina rigenerativa, ma pochi sanno della sua umile infanzia, ma "felice" che lo ha portato molto bambino a lasciare la scuola per andare a lavorare ", ma la vita gira e 16 imparato di nuovo per prendere una penna e di studio "

Altre notizie

  • curare le malattie non trattate
  • Medicina rigenerativa. Izpisúa: Il futuro sta formando cellule in vitro per sostituire quelli persi

In un'intervista con EFEsalud, Juan Carlos Izpisúa (Hellin, Albacete, 1960) minimizza la sua infanzia e l'adolescenza: "E 'stato come molti spagnoli di quel tempo. Non è qualcosa che si deve esagerare perché è quello che avevo in quel momento; è già. "

Ritorna agli studi, che ha lasciato nove anni per essere collettore stagionale venditore di mandorle palloncino e poi un cameriere a Benidorm, ha permesso di scuola superiore e finire presso l'Università di Valencia, dove si è laureato in Farmacia con lode.

La sua ricerca post-dottorato lo ha portato al Laboratorio europeo di biologia molecolare di Heidelberg (Germania) e l'Università della California (UCLA) negli Stati Uniti.

Izpisúa è ora il direttore del Laboratorio Gene Expression presso il Salk Institute negli Stati Uniti, dove i progressi nella ricerca sulla rigenerazione di organi e tessuti e contro la "devastazione" ha posato per l'invecchiamento della salute.

E 'anche professore straordinario di Biologia dello Sviluppo presso l'Università Cattolica di Murcia.

Di tutte le persone che più marcate "senza dubbio" prima e più importante è la madre: "Era una persona che non sapeva leggere o scrivere, non aveva soldi ed era malato, ma è riuscita a farci andare."

"Tutto ci volevo essere meglio di lei e credo che meglio di lei miglior esempio si può avere in questa vita lì, e quindi la persona che ha segnato su di me è mia madre, senza dubbio ".

Quando ha ricordato la proposta di numerose istituzioni come candidato per la principessa delle Asturie lui risponde che lui è convinto che ci sono molte più persone che sono state anche proposte e hanno "molte altre ragioni per la concessione di loro."

"Facciamo questo per cercare di aumentare la consapevolezza. I premi è qualcosa che abbiamo inventato e, talvolta, aiutare in modo che si possa continuare a lavorare meglio, ma non è importante".

I suoi migliori sforzi

I suoi migliori sforzi di oggi "ciò che più mi attira e mi preoccupa e quello che sto tutto il giorno a rimuginare" è come invertire la degenerazione delle cellule e degli organi di un essere umano di invecchiamento.

"Penso che non dobbiamo alzare questo concetto che abbiamo di invecchiamento e di decadimento coinvolti è inevitabile "

" la morte è e noi moriremo, ma il declino coinvolti il ​​passare del tempo può essere evitabili e molti degli esperimenti che abbiamo condotto attenzione a tal fine. "

degenerazione e conseguenza pratica" ciò che vediamo come noi stessi e abbiamo visto i nostri genitori e nonni, e la degenerazione che si verifica come devastante di quello che un essere umano, mi chiedo se si può evitare, e Sono convinto che a poco a poco ci sarà evitare. "

Insiste Izpisúa sull'idea che la somma degli anni più vicini alla malattia ", o sì, e non c'è più tornare indietro e cercando di evitare che o sì, questo aggravamento che si vede in te stesso che si vede giorno giorno, non sei lo stesso di dieci anni fa, cinque, e ti chiedi perché ".

"Le nostre cellule e genoma hanno una logica e se troviamo che la logica possiamo raggiungere invertire quel processo ... sono convinto."

Il ricercatore senza dubbio a difendere la scienza aiuta l'umanità "molto, e non è una credenza personale."

"Nel caso specifico della salute, scienza di base è dove inizia la guarigione, la ricerca è molto importante ed è molto importante che tutti i cittadini ci concienciemos su di esso e ci aiuta a convincere i nostri leader ei nostri politici in Spagna di dedicare più attenzione a lui. "

Izpisúa: la scienza cura

"La scienza di guarigione, la scienza aiuta gli esseri umani, sono fiducioso che nei prossimi anni è aumentata l'attenzione alla ricerca scientifica nel nostro paese."

Capire come l'embrione umano si sviluppa come una cellula dai tipi di cellule oltre 250 che compongono il nostro corpo è un altro piroritarios obiettivi della ricerca condotta in laboratorio presso l'Istituto Salk.

A suo parere, e difeso un paio di giorni fa come il settimo Congresso del Valencia infertilità Institute (IVI), che la conoscenza "forse potrebbe avere implicazioni pratiche per la nostra salute."

Ma lo sviluppo degli esseri umani, ha detto Izpisúa, non solo al momento della nascita, ma continua per tutta la vita, in modo da uno degli aspetti che interessano il suo laboratorio è quello di vedere come sostituire le cellule che sono danneggiati dal passaggio del tempo.

Spesso non sono solo le cellule, ma le mutazioni del gene, "e sono alla ricerca di tecnologie che ci permettono di riparare questi mutazioni", e che non si verificano solo nei geni, perché a parte il genoma è epigenome.

L'epigenoma, si riferisce, è al di sopra del genoma: "Questi sono i segni che si accumulano nel nostro DNA nel tempo e questi segni sono dovuti alla nostra interazione con l'ambiente, il nostro stile di vita, e possono cambiare molto espressione nei nostri geni. "

Attualmente nel suo laboratorio indagare come questi segnali alterano l'epigenoma per invertire la decrepitezza di qualsiasi organo, per ottenere una migliore e più sani esseri umani di invecchiamento.