Ondate di calore letali interesseranno un terzo della popolazione

Il ondate di calore minacciando condizionarne attualmente un terzo della popolazione mondiale (circa il 30%) per una media di 20 giorni l'anno, ma è prevista entro questo secolo, se non un significativo si verifica. la riduzione delle emissioni di CO2 Alla fine di questo secolo al 74% della popolazione del pianeta, saranno esposti a più o meno lunghi periodi di tempo in cui il calore potrebbe causare la morte.

La drastica riduzione delle emissioni di gas serra non ottiene impedire gli episodi di calore estremo, ma solo ridurre la loro frequenza

Infatti, anche se tali emissioni sono ridotte drasticamente, un nuovo studio ha rivelato che sarà praticamente impossibile evitare che il il calore in eccesso rappresenta una minaccia per la vita di esseri umani. E avverte che le ondate di calore aumentano di frequenza e durata, in futuro, con le persone che vivono nelle zone tropicali più colpite da questo fenomeno meteorologico, soltanto nel 2003, ha ucciso 70.000 persone in Europa.

Per condurre la ricerca, che è pubblicata su Nature Climate Change, autori, scienziati presso l'Università delle Hawaii (Manoa, Stati Uniti) fatto una revisione di 911 studi, pubblicati tra il 1980 e il 2014, compresi i dati città o regioni in cui vi era stata morti temperature elevate sono collegati, identificando 783 casi in cui l'aumento della mortalità era associata calore in 164 città in 36 paesi.

i dati dei lavori ha permesso di determinare un soglia oltre la quale la combinazione di alta temperatura e umidità potrebbe essere fatale E il livello di umidità è fondamentale perché se è troppo alta impedisce al sudore di evaporare e il corpo a rilasciare calore, e l'interessato può soffrire ipertermia, in modo che con un minor numero di gradi, ma maggiore umidità potrebbe anche essere impostata una soglia mortale.

Inoltre continua ad espandere l'area del pianeta dove tale soglia è attraversata più di 20 giorni all'anno, e la drastica riduzione delle emissioni di gas serra non ottiene prevenire episodi di calore estremo, ma solo ridurre la loro frequenza.

Predire ondate di calore

I ricercatori hanno anche utilizzato i dati per sviluppare un'applicazione web che attraverso una mappa interattiva è possibile prevedere il numero di giorni all'anno in cui ci sarà un'ondata di calore mortale in qualsiasi parte del mondo fino al 2100. sulla base degli scenari di rischio progettati da questi esperti può essere stimato, per esempio, che se le emissioni di CO2 rimangono ai livelli attuali, entro il 2050 ci saranno luoghi del pianeta, come Panama City, dove è più di 195 giorni subiscono una riscaldare minaccioso; lo stesso accadrà a Bangkok (Thailandia) per 173 giorni, Nuova Delhi (India) per 63 giorni, o di Caracas (Venezuela) per 55 giorni.

Nel caso di Spagna E se le emissioni di CO2 non sono ridotti, nella città di Malaga nel 2050 potrebbe essere tre giorni in cui il calore e l'umidità risulteranno potenzialmente letale, mentre per 2100 questo periodo di tempo aumenterebbe a 56 giorni. Se, d'altra parte, la riduzione delle emissioni moderati dovesse verificarsi, entro il 2050 ci sarebbe una giornata di caldo estremo, che due giorni nel 2100.

esperimento RCP8.5/2100

Come far fronte a ondate di calore

Come ha spiegato di Camilo Mora, l'autore e la ricerca professore associato di geografia presso la Facoltà di Scienze Sociali presso l'Università delle Hawaii, per insegnante. frenare il riscaldamento globale è necessario che i governi nazionali a investire di più nelle fonti di energia alternative e leader locali per sviluppare progetti verdi per ridurre gli edifici assorbono calore e asfalto in città.

Individualmente, ogni persona deve realizzare per ridurre il consumo, risparmiare energia e impegnarsi nel restauro di ecosistemi nel loro ambiente.