300 Ristoranti in Gran Canaria aderire alla campagna di soffocamento

Maspalomas (Gran Canaria) / EFE Martedì 27/06/2017

Circa trecento ristoranti e alberghi a Gran Canaria formano questa estate per i propri dipendenti in modo che sappiano come aiutare una tavola calda che soffoca, con esercizi di base che possono salvare la vita di coloro che soffrono di tali incidenti, che sono più frequenti di quanto si pensa

Altre notizie

  • Soffocamento nei ristoranti: i professionisti imparano come agire
  • Come dare le uve per i bambini senza soffocare

La campagna "SOS Respira" viene a Gran Canaria questo mese, dopo aver già sviluppato a Tenerife, con un obiettivo simile: far sì che la maggior parte degli esercizi di ristorazione sull'isola senza qualcuno sul personale che sa cosa fare quando un cliente soffocamento perché lo ha soffocato il cibo.

"Questi incidenti accadono più spesso di quanto si pensi", ha sottolineato il vice presidente nelle isole Canarie della Società Spagnola di Medicina d'Emergenza (semi), Francisco Socorro, che avverte che le statistiche rivelano che circa 1.400 persone muoiono ogni anno tali incidenti in Spagna.

Solo nelle Canarie, si stima che 112 riceve circa 300 chiamate all'anno per un aiuto per qualcuno che sta soffocando.

Mapfre Guanarteme Foundation ha in questa campagna con la collaborazione di semi e la Federazione Cuochi e Pasticcieri di Spagna (Facyre), perché aspira a raggiungere il maggior numero di ristoranti in tutto il paese, sia addestrato negli stabilimenti, o tramite l'applicazione mobile "SOS Breathe", che fornisce le linee guida su come agire correttamente e ad oggi è già stato scaricato da 3.600.

L'iniziativa è venuta dal ristorante Las Rias, situato sulla passeggiata turistica di Meloneras accanto spiaggia di Maspalomas.

"Questo corso ci fornirà tanto che siamo in grado di reagire in circostanze che possono verificarsi in qualsiasi ristorante. In realtà, abbiamo avuto un incidente del genere e non c'è niente come avere una buona istruzione per evitare esiti spiacevoli ", ha detto lo chef, Antonio Caimari.

Questo ristoratori professionisti applaude la federazione cuochi ha deciso di condurre questa iniziativa.

"Gli chef non solo rendere felici i nostri clienti con i nostri piatti, dobbiamo anche essere pronti a dare loro la massima cura", ha sostenuto.

In questo caso, si è offerto al personale ospitalità base di reagire linee guida, se alcuni ospiti erano soffocamento e poi, non c'è un medico vicino per aiutare, ha ricordato il direttore della Fondazione Mapfre Guanarteme, Esther Martel.

"E 'che, se un tale incidente, lo stesso cuoco o qualsiasi barista sa cosa fare succede", ha aggiunto il presidente dell'Associazione Cuochi de Gran Canaria e chef dell'Hotel Santa Catalina, Thomas Leeb, che conferma che anche nel suo ristorante hanno vissuto tali spaventi con i clienti.

Mapfre Guanarteme Fondazione sottolinea che l'applicazione mobile che è stato rilasciato per questa campagna può essere utile non solo in albergo, ma chiunque in generale, perché il soffocamento sono prodotti anche, e relativamente spesso in pasti o riunioni di famiglia ricorda Laura Ojeda, fondatore tecnica attività dell'ente.