Cardioalianza nata, la voce dei pazienti cardiovascolari

MADRID / EFE / MIRIAM MUÑOZ Venerdì 2015/07/03

Diabete, ipertensione, colesterolo alto, fumo, vita sedentaria e lo stress sono i principali fattori di rischio associati alle malattie cardiovascolari. Proprio lui nato in Spagna Cardioalianza, un'organizzazione non-profit, che interesserà la prevenzione e diventare la voce di tutti i

pazienti cardiovascolari.

Altre notizie

  • Le malattie cardiovascolari causano il 47% dei decessi in Europa
  • bevande fermentate contro le malattie cardiovascolari

Cardioalianza è stato costituito da sette organizzazioni legate al settore delle malattie cardiovascolari e si propone di unire le forze e sensibilizzare l'opinione pubblica.

Questa organizzazione si propone di essere il punto di riferimento per più di 18.000 spagnoli che soffrono di malattie cardiovascolari (CVD).

Queste condizioni sono la principale causa di morte in Spagna, tra le quali alcune malattie come l'insufficienza cardiaca, embolia polmonare o trombosi venose.

Le organizzazioni che hanno reso questo progetto sono la Fondazione spagnola Cuore, la Fondazione Corazones Menudos, l'Associazione spagnola delle valvole cardiache vettori e con anticoagulante, l'Associazione dei malati di cuore, l'Associazione per la promozione e la prevenzione delle malattie cardiovascolari Cuore senza confini, la Federazione andalusa di malati di cuore e la Federazione d'associacions Gironines di Malalties Cor.

Le malattie cardiovascolari in cifre

La vocale Cardioalianza e vice presidente della Fondazione spagnola Cuore, José Luis Palma, ha detto che, sebbene la maggior parte dei fattori di rischio noti sono modificabili, queste malattie sono

  • Più del 39% della morbilità totale. In particolare la malattia di cuore coronarica, malattia cerebrovascolare o insufficienza cardiaca.
  • Questa cifra aumenta al 50% se si tiene conto degli incidenti cerebrocardiovasculares.
  • Le cifre che superano le morti per cancro (27%) o malattia polmonare (11%).

Inoltre, il medico osserva che "la malattia coronarica colpisce un'alta percentuale di casi i pazienti tra i 40 ei 60 anni in cui gravitano su di loro una ricchezza di responsabilità personale, famiglia, lavoro, sociale, economico ...".

Inoltre, Palma ricorda che "non dobbiamo dimenticare che nel 25% dei casi di morte improvvisa è la prima e l'ultima manifestazione di malattia coronarica quindi la prevenzione è fondamentale."

linee guida di prevenzione

Alcuni dei suggerimenti che puntano vice presidente dell'Alleanza per ridurre la morbilità e la mortalità cardiovascolare sono:

  • Normalizzare la pressione sanguigna, glicemia, colesterolo e trigliceridi.
  • Smettere di fumare.
  • Fuggite ambienti contaminati fumo di tabacco.
  • A seguito di una dieta mediterranea.
  • pratica Cardiosaludable esercizio aerobico.

Ulteriori obiettivi Cardioalianza

Maite San Saturnino, presidente di questa organizzazione, ha spiegato che Cardioalianza nato come "una sovrastruttura totalmente indipendente perché bisogna farci sentire e insieme dobbiamo lavorare per responsabilizzare il paziente cardiovascolare."

Secondo il presidente, Cardioalianza non solo vuole raggiungere la popolazione a rischio, ma pone anche educare fin dall'infanzia: "Perché non andare a scuola che i bambini imparano a prendersi cura per la vostra salute?"

Secondo Palma, Spagna è un paese geneticamente omogeneo con un simile contesto ambientale di alimentazione indicando "errori metodologici" di interpretazione delle indagini della prevalenza di figure mortalità cardiovascolare situati nel asturiano Galizia, Andalusia e y.

Ora, l'associazione si incontrerà con la scientifica e istituti di ricerca Societies "ampliare la conoscenza dello stato attuale della ricerca di malattia cardiovascolare e di vedere possibili collaborazioni", dice San Saturnino.

Il suo punto di partenza avrà luogo il 23 e 24 settembre a Vitoria con lo svolgimento di un congresso nazionale con le associazioni di pazienti e gli operatori sanitari per lo sviluppo di un manifesto con la sua tabella di marcia corrispondente per rafforzarli in modo che possiamo presentarlo al pubblica amministrazione e le altre istituzioni, sia pubbliche che private.

Letture Consigliate