Il perfezionismo non permettersi errori

MADRID / EFE / H.FERNÁNDEZ / R.GALLARDO Lunedi 24/04/2017

Un detto dice che "non c'è niente di perfetto in questa vita", eppure ci sono molte persone che affermano di avere un carattere "perfezionista" nella loro vita quotidiana, ma ... a che punto è sano? Vi aiutiamo a rilevare quando questa caratteristica diventa patologia e dettagli come combatterlo se diventa un'ossessione

Altre notizie

  • Dieci locali per liberare il "perfezionismo" e consolidare la propria identità
  • Impianto di fronte l'insicurezza: nessun problema

Microfoni su "Il Bisturi", il nostro partner Sergio García Egli ha affrontato perfezionismo. Si assicura che le persone che hanno questa funzione di solito " idealisti per se stessi "perché pensano che" esiste la perfezione e vogliono raggiungere a tutti i costi ".

"Non permettere che ciò che essi considerano un errore e che genera li molta sofferenza. Hanno un'immagine di Che cosa è la perfezione e vogliono raggiungere ad ogni costo. Questo rende autoexigencia e mantenere un altissimo nevrosi, in quanto il suo unico scopo è la perfezione ", dice lo psicologo.

La sofferenza, ci possono essere errori di

Il perfezionismo è una caratteristica che non permettono di vivere in pace, perché non ammette errori Sono individui che sono costantemente " auto-osservazione "Piuttosto, essi incanalare la loro energia al mondo, ma se stessi.

L'esperto dice che quando si osserva da vicino, vede peculiarità del suo carattere che non gli piace e iniziano sofferenza.E aggiunge: Dobbiamo sempre proiettare l'energia in altri "per avere un buon relazioni sociali e personali ".

"Pensano di un modo un po 'strano, perché tutti Ci muoviamo per errore e qualche volta parte della nostra evoluzione come persone. Pensando l'errore, come se si trattasse di una questione del tutto sradicare, è un Non vivere in pace "Dice Sergio García.

Il perfezionismo e l'ossessione

Quando il ossessione e la perfezione Si legano, in un modo o nell'altro, può portare a qualche tipo di disturbo come ad esempio: disturbo ossessivo-compulsivo o anoressia; e una grande caratteristica è che sono perfezionisti.

Non male per avere determinati criteri di noi stessi, ma se vediamo quel tratto influisce sulla nostra vita, dovremmo contattare un Terapista Lo specialista consigliato di non avere portato via "per l'inerzia di ossessione né la perfezione."

Come evitare questo comportamento

La prima cosa da sapere è che abbiamo "ideale" rispetto a quello che ci ossessiona o quello che vogliamo essere perfetti.

"Abbiamo un'immagine, o un artista, qualcuno vicino come la nostra madre, il padre o il fratello, ma noi, come una figura di culto. Per questo deve essere il velo dagli occhi e vedere quella persona, pensiamo perfetto, ha anche gli attributi che non sono così buono ", lo psicologo si sviluppa.

Dopo questo, dobbiamo renderci conto che lo sviluppo "non ha intenzione di smettere di eseguire progetti che incontreremo "Né permetteremo" arrivare dove vogliamo Tutto il contrario. "

"Quando si va per ottenere qualcosa di così radicale, è perdendo molti cose lungo la strada e che è quello che potrebbe arricchire la vita e ciò che lo tiene salendo gradini, "ragioni Sergio García.

i bambini perfezionisti, come prevenire

Quando un bambino è un perfezionista E 'probabile che ha "succhiato" a casa I genitori involontariamente, li hanno esacerbato o li hanno frasi standard come "Bisogna essere i migliori della categoria," "Devi essere il migliore in educazione fisica," non devono mai perdere "

"Quando modifiche dei messaggi e ci si siede con il vostro bambino e dire cose come: 'Tu sei uno di più e non succede nulla se si perde'. 'Non c'è bisogno di essere il migliore '. Che rassicura il bambino, smettere di essere così auto-esigente, così autoobservador se stesso e può iniziare a funzionare meglio ", sostiene l'esperto.

Inoltre ricorda che esami di fronte Dicono cose come: "La cosa importante è che si studia, ci si concentra e poi andare indietro come dover lasciare." "Se non si riesce, si approverà nel prossimo" Tutto ha a che fare con relativizzare alcune realizzazioni della vita quotidiana e non essere troppo esigenti.