Suicidio ogni 40 secondi

Ginevra / EFE / Marta Hurtado Lunedi 10.09.2012

OMS avverte che oggi il 55% delle persone che finiscono la loro vita sono più giovani di 45 anni ed è la seconda causa di morte tra i giovani tra i 10-24

Ogni 40 secondi, una persona si suicida in tutto il mondo, portando a un milione all'anno il numero di coloro che decidono di porre fine alla loro vita, un epidemia che sempre più giovane si estende. , Come denunciato dalla Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Un fenomeno che Essa colpisce tutte le regioni e tutte le età E questo è particolarmente preoccupante perché per ogni suicidio ci sono 20 tentativi falliti, ricordare chi è Giornata per la Prevenzione del Suicidio.

Tuttavia, in mezzo secolo c'è stato un cambiamento di tendenza: se nel 1950 il 60 per cento dei suicidi sono stati effettuati da persone over 45, Attualmente, il 55 per cento delle persone che finiscono la loro vita sono sotto di questa età

Il suicidio è la terza causa di morte tra le persone di età compresa tra 15-44, e tra i giovani di età compresa tra 10 ei 24 anni, a livello globale, il suicidio è la seconda causa di morte.

I tassi di suicidio tra i giovani sono aumentati così tanto, che in un terzo dei paesi, questa fascia di età è considerato il "più alto rischio" di WHO.

"Le cause esatte del perché questo cambiamento non lo so. Si tratta di un fenomeno che riguarda tutti i paesi ed è in aumento Ma i motivi principali che non conosci, sono molte, varie e cambiano molto da caso a caso ", ha detto in un'intervista a Efe Alexandra Fleischmann, Dipartimento di Salute Mentale, l'OMS.

Altri tentativi da parte delle donne e più efficace

uomini.

In generale, le donne svolgono più tentativi di suicidio rispetto agli uomini, ma sono più efficaci rispetto alle femmine perché usano metodi più radicali (come pistole o pesticidi) contro le donne di abuso di droga.

I fattori che determinano condurre un tentativo di suicidio sono molte e varie -psicológicos, sociali, biologici, culturali e medioambientales- ma generalizzando, possiamo dire che

  • I disturbi mentali (depressione e l'uso eccessivo di alcol, in particolare) sono un importante fattore di rischio in Europa e negli Stati Uniti.
  • Nei paesi asiatici, la quantità di moto "svolge un ruolo essenziale."

"Per esempio, in Asia rurale C'è un grosso problema con i pesticidi. In una situazione disperata, gli agricoltori impulsivamente prendono il pesticida e muoiono in fretta ", ha detto Fleischmann.

"Inoltre, ha aggiunto in aree remote l'accesso alla salute è molto più difficile Se il tentativo di suicidio è fatto in un appartamento di una città sviluppata in cui tale persona può essere ricoverato in un ospedale e salvato. "

Per quanto riguarda America Latina La regione ha tradizionalmente avuto un basso livello di suicidi, anche se ci sono grandi differenze tra i paesi, come rivelato 1,9 ogni 100.000 uomini peruviani che finiscono la loro vita, rispetto a 26 per 100.000 uruguayani uomini.

"Tradizionalmente in America Latina i tassi sono rimasti bassi, ma vediamo lo stesso andamento nel resto del mondo che gli indici salgono, soprattutto tra i giovani", ha detto l'esperto.

Fleischamann spiegato che recenti studi rivelano che mentre paesi scandinavi hanno ancora alti tassi di suicidio, il fenomeno si diffonde in Europa orientale, e in particolare in Asia "in grandi paesi come la Cina o l'India Con una popolazione di grandi dimensioni e di enormi problemi legati allo sviluppo e alla globalizzazione".

crisi economica, solo un trigger

Alla domanda circa l'aumento dei suicidi legati alla crisi economica che ha colpito alcuni paesi in Europa, Fleischmann ha detto che nella maggior parte dei casi, persone che li commettono erano "vulnerabili" in precedenza, e la pressione esacerbato solo la situazione

In questa situazione, l'OMS raccomanda spettacoli multidisciplinari, come l'istruzione e la formazione sanitaria personad; limitando l'accesso ai metodi (pistole, pesticidi, farmaci); "Prendersi cura" presentazione pubblica dei casi (evitare di inserire nei media), tra gli altri.

"La prevenzione non è trattata correttamente a causa della mancanza di consapevolezza dell'importanza del problema e il fatto che si tratta di un argomento tabù in molte società" Ha concluso l'esperto.

Letture Consigliate